Vivere l’unità paradossale nel trading

Scritto il 15 Febbraio, 2015 - 8:30 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2279 letture
Tag

Vivere l’unità paradossale nel trading.Oggi continuiamo nella nostra analisi del _e8718863_ applicato al trading.

Trading

Trading

Ecco il secondo capitolo:

Sotto il cielo tutti vedono bello ciò che è bello

soltanto perché esiste il brutto.

Tutti sanno che il bene è bene soltanto perché esiste il male.

Essere e non essere si generano a vicenda.

Il difficile e il facile sono complementari.

Il lungo e il corto si definiscono reciprocamente,

cos’ come l’alto è il basso.

Non c’è prima senza dopo e viceversa.

Perché il saggio vice con apparente dualità,

e paradossale unità.

Il saggio può agire senza sforzo

e insegnare senza parole.

Nutre le creature senza appropriarsene,

lavora,ma non per la ricompensa;

compete,ma non per il risultato.

Compiuta l’opera se ne dimentica.

Per questo dura in eterno.

Come puoi applicare questo al mondo del trading?

Il Tao ci spinge a vivere senza preconcetti,ci spinge ha osservare il mondo giocando al contrario,ma perché? Per renderti più distaccato più oggettivo.Questo aspetto è fondamentale nel trading,perché ti insegna a non affezionarti ad un idea,ad un titolo.Tu hai uno scopo ossia di fare profitto investendo sulle situazioni più interessanti,indipendentemete dal loro nome. Poi come hai investito,con la stessa naturalezza devi andare da un altra parte per essere sempre in profondo equilibrio.

 

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.