Usd-Chf, pronti a vendere di nuovo.

Scritto il 18 Marzo, 2014 - 18:15 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1581 letture

Segnali Forex di Price Action
Usd-Chf, il trend è ribassista e dopo la violazione del supporto sta accumulando disegnando una flag di possibile continuazione,attendiamo il segnale short.

Usd-Chf, sia il time frame settimanale che quello giornaliero (ed al momento anche l’ H4) ci mostrano un quadro ribassista con un prezzo sotto la media mobile 21 e sotto il livello chiave di supporto 0,88 e che è gradualmente sceso formando una serie di flag di continuazione più o meno estese. Anche l’ultimo movimento di accumulazione pare avere una forma a bandiera e potrebbe portare ad un forte movimento ribassista in caso di violazione della zona 0,87; nonostante questo l’area più interessante (e più conveniente) per valutare una posizione in vendita è sicuramente quella 0,8760/0,88. Un potenziale sviluppo del trend ribassista sarebbe strettamente correlato ad un movimento al rialzo di Eur-Usd. Attenzione alla volatilità che potremmo vedere domani sera in occasione delle decisioni prese dalla Federal Reserve in tema di politica monetaria.
usdchf18

Calendario Forex

Dall’Australia abbiamo assistito oggi alla pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione di politica monetaria da parte della Reserve Bank of Australia che ha evidenziato un trend di crescita economica nella media, un miglioramento di alcuni dati macro come effetto positivo della politica espansiva e la necessità di mantenere il tasso interesse su questi livelli per stabilizzare la ripresa.
Dalla Germania il consueto indice sul sentiment economico Zew ha dato un risultato deludente in virtù di una discesa al 46.6 e al di sotto delle previsioni.
Dagli Stati Uniti il dato sull’inflazione è risultato in calo all’1.1% sotto le attese.
I principali indici azionari confermano i forti rialzi di ieri e chiudono anche oggi in positivo, così come positivi sono, al momento, le borse americane (in attesa del Fomc).
Il calendario economico di domani ci mostrerà il market mover più importante della settimana e cioè la riunione di politica monetaria della Federal Reserve con la decisione tassi e quella sul tapering.
Tra le altre notizie principali ricordiamo il prodotto interno lordo neozelandese, il Minute della BoE e i dati sul mercato del lavoro inglese, la bilancia commerciale giapponese ed un discorso del governatore Kuroda.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.