US Dollar Index, un segnale long per confermare l’uptrend!

Scritto il 20 Gennaio, 2014 - 18:23 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1539 letture

Segnali Forex di Price Action

US Dollar Index, la lateralità è stata violata, attendiamo ora il pullback tecnico ed il segnale di trading long per entrare nella tendenza bullish!

US Dollar Index: dopo circa un mese di lateralità ed una falsa rottura ribassista il cfd del US Dollar Index muove al di sopra del livello di resistenza 10,72 (movimento che ha portato un break out su diverse coppie valutarie come ad esempio l’ Eur-Usd). La giornata odierna evidenzia un classico movimento di ritest dell’area appena violata (con una candela inside daily) e sarà quindi importante valutarne la tenuta per scongiurare un’altra falsa rottura come quella della scorsa settimana. Se la zona sopracitata, ora supporto, manterrà disegnando anche un chiaro pattern di price action long potremmo sicuramente considerare l’apertura di una posizione in acquisto con target sull’area di resistenza 10,80 prima e 10,88 successivamente. Questa prospettiva potrebbe essere anche confermata dal bellissimo engulfing settimanale, in appoggio sulla media mobile 21, che ha violato al rialzo le tre precedenti inside candles weekly.
dollar20

Calendario Forex

La protagonista dell’odierno calendario economico è stata la Cina con una serie di dati che sono giunti proprio all’inizio di questa giornata. Il prodotto interno lordo cinese, nell’ultimo trimestre 2013, ha subito una flessione al 7,7% rispetto al dato precedente, ma non come gli analisti ritenevano. Stabile invece la situazione della produzione industriale, in aumento le vendite al dettaglio. La produzione industriale è leggermente scesa in Giappone passando dal 5% al 4,8% lo scorso novembre.
I principali indici azionari, complice anche la chiusura delle borse americane per la festività del Martin Luther King Day, non hanno avuto fortissimi movimenti ed hanno terminato la seduta su valori leggermente inferiori alla parità.
Il Forex oggi ci mostra una seduta di correzione per il dollaro e di vendite anche per petrolio e metalli preziosi. Bene la sterlina ed il neozelandese.
La giornata di domani sarà decisamente tranquilla da un punto di vista macroeconomico con il solo rilascio (tra i market movers più importanti) dell’indice tedesco ZWE sulla fiducia economica in Germania
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.