Uno nuova variabile sui mercati azionari, di che cosa si tratta?

Scritto il 17 Aprile, 2016 - 7:28 da Fabio Troglia
Pubblicato in
4014 letture

Una nuova variabile sui mercati azionari, di che cosa si tratta? Oggi parliamo insieme dei mercati azionari e nel dettaglio di un fenomeno che sta diventando sempre più importante.

Italian MotoGP driver Valentino Rossi of Movistar Yamaha MotoGP team celebrates after crossing the finish line to win the Grand Prix of San Marino and Riviera of Rimini at Misano circuit, in Misano Adriatico, Italy, 14 September 2014. ANSA/ETTORE FERRARI
La partita importante ormai si gioca sul mercato Forex e sull’efficacia delle politiche monetarie mondiali, da qui parte tutto, il resto non conta più, quindi ho segui e conosci bene il mercato Forex oppure avrai grosse difficoltà a capire le logiche del mercati azionario o delle commodities.

Ma veniamo subito ai due fenomeni che più di tutti si stanno delineando sul mercato:

-Svalutazione dollaro. Più passa il tempo e più il mercato si sta convincendo che la Fed non farà più nulla a livello di tassi, avendo però creato una mega aspettativa prima, di fatto e come se a livello di prezzo stesse facendo una manovra di easing, ossia per i trader per gli investitori si ha la necessità di riposizionarsi tenuto conto del mutato scenario. Su molti cross notiamo una situazione davvero molto delicata vedi Aud Usd sui massimi, che in parte ha rotto e ci cammina sopra, oppure Euro Usd che invece e ancora più indietro.

USD

-Euro questa settimana ho notato, attendiamo maggiori conferme, nuovamente la forza su euro. Su molti cross si sono viste timide figure d’inversione che nella prossima settimana necessitano di conferme, ma sono abbastanza corali. Questo avviene in parte come ribilanciamneto dollaro in parte perché molti investitori stanno chiudendo posizioni in azioni Europa a leva.

-Yen, dopo il recente rafforzamento, la valuta giapponese sta vivendo una fase di svalutazione, ma che sembra non sia destinata a durare lungo, non i vede una grande forza di svalutazione, ma piuttosto una importante pausa di riflessione in attesa che gli eventi siano maggiormente definiti.

Tutto questo sta avendo e avrà dei cambiamenti importanti di equilibri:

-Materie prime sono in forte rialzo, abbiamo molto bene il Copper, Il petrolio, lo zucchero ecc.

Sugar

Sugar

-Molto bene i mercati emergenti che stanno prendendo molto ossigeno da questa situazione, con una performance da inizio anno molto importante

-Europa, qui abbiamo la nota dolendo, perché se questo fenomeno dovesse continuare potremmo vedere un euro dollaro in forte salita con anche la rottura del liveli di 1.15 allora che cosa succederebbe al mercato europeo che sperava in un forte easing per avere un vantaggio competitivo da svalutazione monetaria?

La mia visione del mercato è la seguente:

-Se questo fenomeno di rafforzamento euro e d’indebolimento dollaro dovesse continuare, che in sintesi significherebbe un Euro dollaro sopra gli 1.15 e questo processo se ci sarà lo vedremo entro il 30 Giugno, potrebbe portare a una molla ancora più tesa.Con gli Usa favoriti a livello di economia quindi con un rialzo dei tassi che potrebbe diventare sempre più necessario mentre un Europa che sarà sempre più in difficoltà e necessiterà sempre più di manovre espansive per cercare di svalutare la valuta dal punto di vista azionario? La situazione se dovesse continuare in questa direzione poterebbe ancora gli Usa ad avere maggiore forza e l’Europa al traino, ma più lenta a causa della rivalutazione monetaria i mercati emergenti ancora più in forma e le materie prime ancora in salita.Ma attenzione perché il mercato ci ha dato un primo grande avviso, ci ha fatto capire che se gli Usa alzano i tassi il mondo crolla, emergenti azionario, materie prime, ora si è solo preso tempo, ma la svalutazione del dollaro soprattutto se veloce accenderà come una fiamma l’economa americana.

Tu come ti preparati a questo scenario?

Sia dal punto di vista del trading e degli investimenti e importante avere una corretta pianificazione perché ci saranno davvero importanti occasioni, la volatilità sarà massima. Dal punto di vista del mercato obbligazionario avendo io un portafoglio in valuta potremmo essere vicini a un scambio rotazionale importante, sul mercato azionario credo che ci possiamo aspettare dei momenti di speculazione che poterà i prezzi di alcuni listini a essere molto tirati a far saltare parecchi stop ..insomma ci sarà da divertirsi.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.