Ungheria dice no all’euro e poi..

Scritto il 12 Dicembre, 2014 - 12:44 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2353 letture
Tag

Ungheria dice no all’euro e poi.. Il caso ungherese è molto interessante,in quanto è un tipico esempio ti anti euro.

Ungheria

Ungheria

Vedendo come va la situazione in Europa, o meglio dell’attengiamento che il governo di Bruxelles adotta con i suoi  membri, sono molti gli stati soprattutto dell’Est che sono riluttatnti  a farsi mettere in schiavitù.

Vediamo un esempio con l’Ungheria, di seguito la politica sel suo premier Orban:

Fonte Reuters:

Il governo ungherese aprirà un “nuovo capitolo” nei suoi rapporti con le banche del paese e firmerà presto un nuovo accordo per ridurre gli oneri che gravano sul settore in cambio di un aumento dell’attività di prestiti.

Lo ha detto il primo ministro Viktor Orban in un’intervista al quotidiano Napi Gazdaság aggiungendo che il governo, che recentemente ha comprato due grandi banche, vede potenziali soggetti ungheresi interessati ad acquisire istituti che operano nel paese, compresi banche locali e investitori azionari.

Il premier non ha comunque escluso che lo stesso governo possa rilevare ulteriori banche se dovessero emergere delle opportunità attraenti.

Il governo Orban ha imposto al sistema bancario ungherese tra le più alte tasse a livello Ue e ha costretto gli istituti a a rimborsare ai clienti circa 3 miliardi di euro per le compensazioni legate a operazioni di prestito considerate non corrette e sfavorevoli nei confronti della clientela.

Tra le banche estere, e sono presenti in Ungheria attraverso controllate.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.