Una catastrofe all’orizzonte?

Scritto il 30 Aprile, 2015 - 8:30 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2104 letture

Una catastrofe all’orizzonte?  Segui il mio ragionamento, per capire a che cosa mi riferisco e poi dimmi la tua opinione.

catastrofe all'orizzonte

catastrofe all’orizzonte

Ieri è uscito un dato sul Pil davvero bruttino,ma non è solo quello, in generale i numeri non sono brillanti come si voleva far credere.Tralasciamo, come nel breve il mercato sta interpretando questa situazione,ma andiamo oltre.

Dopo anni di Quantitative easing americano,gli inventori di questo simpatico giocattolo ci si rendono conto che alla fine nulla è cambiato e che l’economia non cresce forte, nenache durante lo stimolo, figuriamoci dopo. Il punto cruciale è ancora un altro, l’Euorpa ultima arrivata è tutta felice per l’inizio del piano di Draghi,il Giappone,la Cina vuole combattere la crisi con lo stesso metodo…ma se i mercati si rendessero conto che questo sistema non funziona cominciasero a preoccupasi veramente che cosa succederebbe?

Teniamo presente che i mercati americani sono su questi livelli grazie all’Easing, che l’Europa e tutti suoi i titoli di stato sono saliti grazie solo al pompaggio di denaro…

Se i risultati fossero davvero come sembra così deludenti i paesi,i governi sarebbero costretti a trovare un altra via di uscita,ma nel frattempo il mercato come reagirebbe?

Al momento sono solo ragionamenti a voce alta,ma se guardi un po più in la del tuo naso, una catastrofe all’orizzonte si intravede.Questo mio post no ha lo scopo di impaurire,ma di creare in te la consapevolezza,  di stimolarti ad osservare sempre il mercato con la massima attenzione.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.