Terrorismo, la nuova arma di controllo delle masse

Scritto il 15 Luglio, 2016 - 14:15 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2274 letture
Tag

Terrorismo, la nuova arma di controllo delle masse. Si allunga ancora l’elenco di atti che ricadono sotto questo nome, ora e il momento di Nizza.

Terrorismo

Terrorismo

In questi ultimi anni con una concentrazione sempre maggiore, sono aumentati gli atti denominati di terrorismo, abbiamo avuto da poco aeroporto d’Istanbul, Pakistan, la Francia non molto tempo fa ecc…

Partiamo con la definizione della parola terrorismo, tratto dal dizionario italiano :

Modalità di lotta politica basata su atti di violenza indiscriminati.Il nostro approfondimento di oggi non entra nel merito delle conseguenze dolorose per le famiglie delle vittime che subiscono queste situazioni, se ne occupano già ampiamente i media. A me interessa e per questo uso la mia capacita di osservazione sviluppata nel trading, quella di osservare.

Ecco il mio ragionamento:

Non essendo un esperto politico, faccio un ragionamento su base prevalentemente osservativa e matematica, cosi mi riferisco a fatti reali.Il risultato finale di tutti questi atti di violenza negli ultimi anni, il primo il grande capostipite di tutto è stato 11 Settembre, quale è? A mio avviso si notano in maniera chiara due fenomeni:

-Limitazione della libertà personale in tutte le sue forme. Vengo schedato quando prendo un areo,Facebook segnala che sto bene quando avviene un atto, mi dicono che non posso prelevare certe somme del mio denaro, ma che però sono costretto a tenerle in banche, di cui sono diventato socio senza volero.Le decisioni importanti vengono presi da organi centralizzati, la cui distanza dal voto è sempre più lontana, vedi Bce, questo è quello che vedo.

-Un aumento spaventoso dell’odio, della violenza, dell’intolleranza, fenomeni che credono che fossero molti in voga durante la seconda guerra mondiale. Le persone sono sempre più ignoranti, ossia ignorano alcune parti della verità, si tende a vivere le cose secondo una unica prospettiva, non si ha mai il tempo di cercare di capire di crearsi una propria idea, ma diviene più facile fare propria l’idea degli altri. Questo è possibile perché le persone hanno smesso di credere nell loro capacità, non hanno fiducia in se stesi e quindi credono che delegando a terzi sia più semplice sia più giusto. Tradotto, una massa di burattini che si alzano al mattino per fare un lavoro che non gli piace, per avere uno stipendio insoddisfacente e una vita ricca solo di problemi, dove la felicità non è più un diritto.

La mia opinione personale che tutti questi attacchi, che sono avvenuti nel mondo, abbiamo un loro disegno ben preciso, un loro target chiaro, identificando nei mussulmani il problema numero uno ossia i cattivi tutta l’origine dei problemi, tecnica di marketing per targhettizare e permettere all’utente medio di riconoscere più facilmente il problema. Se io non poso più andare in Francia per via della frontiera colpa loro, se mi controllano il conto colpa del terrorismo, ma davvero possiamo credere che sia questa la verità, io non ci credo assolutamente. Questo è il mondo, ma credetemi sta nascendo una nuova consapevolezza, persone che hanno voglia di capire, di crescere, che capiscono che c’è qualche cosa che non funziona nel sistema e stanno crescendo in che modo? Portando consapevolezza, cultura, soluzioni ai problemi, speranza alla violenza. Io credo che sarà una generazione importante la mia fascia di età, credo che sia la prima figlia di questo cambiamento, ossia quella che ha visto il passato e che non ci sta a questo futuro e vuole combattere attivamente, ma non votando o alimentando un sistema che non funziona,bensì creando un sistema nuovo, tanti piccoli mondi positivi,realtà aziendali di sviluppo sano dove la gente sia felice, e poi il nostro compito e rendere tutto questo virale.

Quindi la mia risposta a questi atti e di lotta attiva sul territorio, d’ingiurie o di accuse che non servono a nulla. Ovvio che viviamo in tempi difficili dove è in gioco la nostra vita, io ragazzi questo anno sono passato per l’aeroporto d’Istanbul 4 volte, poteva succedere a me, ma invece di creare odio, mi impegno nel mio piccolo perché le cose possono cambiare.

Aggiungo inoltre che questo cambiamento a cui io sto assistendo non è guidato, da quattro disperati senza idee, ma da persone motivate preparate, che creano ricchezza reale e velocemente, gente tosta gente al Top, che quindi ha la possibilità di potercela fare, io sto avendo la fortuna, o forse ho avuto la tenacia ricercare questo tipo di ambiente grazie al quale sto crescendo, ogni anno di 10 e credo la forza di sviluppo di questo nuovo mondo sarà presto dilagante. Chiaro per chi vive in un ambiente ostile, con gente che si lamenta sempre, che coltiva odio, mi rendo conto che non è facile, quello che ti posso dire che le persone che sono affianco a noi aiutano tanto nel nostro modo di pensare e di crescere, è un aspetto fondamentale, per questo il disegno…cercano di diffondere odio tristezza, per uccidere la speranza…

Io non credo che da solo cambierò il mondo, ma quando me ne andrò da questa terra il mio life purpose è lasciare ai miei successori qualcosa di migliore, dei cambiamenti positivi!!

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.