Telecom Italia e STM: spunti interessanti per le prossime sedute

Scritto il 5 Ottobre, 2015 - 8:00 da Ivan Di Staso

Accendiamo i riflettori su due blue chips quali Telecom Italia ed STMfibra-ottica che hanno vissuto una settimana molto diversa tra loro, ma entrambe potrebbero offrire interessanti opportunità di ingresso ora.
nell’ultima ottava si è mosso in netta controtendenza rispetto al mercato, cedendo oltre il 7% del suo valore, dopo essere stato uno dei titoli del Ftse Mib che avevano meglio tenuto nelle settimane precedente.
Le azioni del gruppo telefonico sono state penalizzate dalla negativa intonazione del settore a livello europeo, ma anche da alcuni aggiustamenti di portafoglio che hanno indotto gli investitori a scaricare un titolo salito molto negli ultimi mesi.
Telecom Italia già il 14 settembre aveva violato i minimi di agosto scendendo in area 1,05 euro, mostrando quindi una maggiore debolezza relativa rispetto al Ftse Mib che si mantiene ancora al di sopra del bottom di agosto.
Il titolo si sta avvicinando pericolosamente alla soglia psicologica di 1 euro riconquista a febbraio scorso e ma più violata al ribasso da allora
Confidiamo nella tenuta di questo livello che dovrebbe favorire un primo recupero verso quota 1,05 euro prima, oltre cui si assisterà ad un allungo verso area 1,1.
Oltre quest’ultimo ostacolo Telecom Italia potrà riprendere la sua ascesa verso 1,15 euro e 1,2 euro in un secondo momento.
Al momento sconsigliamo l’apertura di posizioni short sul titolo che andranno valutate solo in caso di abbandono di area 0,95/0,9 euro.

Per seguire da vicino questi due titoli scarica subito il portafoglio in tempo reale.

A differenza di Telecom Italia, ha vissuto una settimana positiva con una evidente sovraperformance rispetto al Ftse Mib. Questo ha permesso ai corsi di guadagnare oltre il 4% nelle ultime cinque sedute e ancor più di riconquistare la soglia dei 6 euro.

Anche STM al pari di Telecom Italia ha aggiornato i minimi del 24 agosto, riuscendo però a riportarsi al di sopra degli stessi. I segnali positivi delle ultime giornate dovranno trovare una conferma con una riconquista di area 6,15 euro.
Si può intervenire in acquisto al superamento dei 6,15 euro con stop a 6/5,95 euro e primo target a 6,3 euro e obiettivo successivo a 6,5 euro. Oltre questo ostacolo STM potrà allungare verso i 6,7/6,8 euro prima di un’estensione rialzista verso i 7,1/7,15 euro segnati agli inizi di agosto.
Alternativamente si può considerare un’operatività short su STM solo in caso di discese sotto i 5,7/5,65 euro con primo obiettivo a 5,5/5,4 euro e target successivo a 5,1/5 euro.

Chi sono
Avatar

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.