Tassi di cambio e rendimenti attesi, le basi del forex

Scritto il 14 Giugno, 2013 - 8:00 da Lorenzo Zardi

Per comprendere al meglio il mercato delle valute e poter operare con un certo grado di sicurezza sul medio-lungo periodo è sempre necessario considerare quelli che sono i principi tecnici di politica monetaria, pertanto mi sembra doveroso considerare alcuni dei punti principali: tassi di cambio e rendimenti attesi

Come le variazioni  del tasso di cambio corrente influenzano i rendimenti attesi

A parità di altre condizioni il deprezzamento della valuta di un paese oggi riduce il tasso di rendimento interno atteso sui depositi in valuta estera, al contrario l’apprezzamento della valuta nazionale oggi fa aumentare il rendimento interno atteso dei depositi in valuta estera.

Dato che i tassi di interesse le ipotizziamo invariati, il deprezzamento corrente della valuta x rende i depositi in valuta y meno attraenti dei depositi in valuta x; un deprezzamento corrente della valuta x che non modifica nè le aspettative di cambio né i tassi di interesse, lascia invariato il rendimento atteso futuro in x di un deposito in y, ma ne fa aumentare il costo corrente in x.

tassi di cambio-rendimenti attesi

Tasso di cambio in equilibrio

Come abbiamo visto precedentemente a questo link

https://www.fabiotroglia.com/attivita-in-valute-differenti-i-tassi-come-parametri-di-misurazione-1272

esiste una condizione di equilibrio sul mercato dei cambi:

Iy (atteso) = Iy + [(Ex/y (atteso) – Ex/y) / Ex/y]

Ma vediamone l’applicazione:

tassi di cambio in equilibrio

Cosa succede se viene incrementato il tasso di interesse della valuta x a parità di altre condizioni?

tassi di cambio in statica comparata

Ipotizzando un aumento del tasso di interesse della valuta x, ci troveremmo in una situazione in cui il rendimento dei depositi in y è minore di quello dei depositi in x, punto A1.

Per cui crescerebbe la domanda di valuta x aumenterebbe e quella di valuta y diminuirebbe portando il tassi di cambio Ex/y a ridursi fino al raggiungimento di un nuovo punto di equilibrio B.

 

Cosa succede se viene ridotto il tasso di interesse della valuta x a parità di altre condizioni?

tassi di cambio in statica comparata 2

Analogamente una riduzione del tasso di interesse provocherà una situazione in cui il rendimento dei depositi in y è maggiore di quello dei depositi in x.

Per cui crescerebbe la domanda di valuta y aumenterebbe e quella di valuta x diminuirebbe portando il tassi di cambio Ex/y a crescere fino al raggiungimento di un nuovo punto di equilibrio C.

 

___

Lorenzo Zardi

Nota: immagini e grafici soggetti a copyright. La copia è consentita ma con riferimento all’autore 

Chi sono
Lorenzo Zardi

Sono laureato in Economia e Finanza, ho maturato interesse per il trading speculativo e per l'analisi tecnica applicata agli strumenti finanziari negli ultimi anni in cui mi sono affiancato a traders professionisti, operatori in strumenti mobiliari e professori universitari. Continuo gli studi universitari nel corso di laurea specialistica in Finanza, Intermediari, Mercati. Ho intrapreso altresì una formazione in un private office di consulenza finanziaria collaborando con professionisti di alto livello nel settore della consulenza e della promozione finanziaria, dell'analisi di mercato macroeconomica, monetaria, tecnico-grafica.