Speculazione finanziaria, ragionamento da trader

Scritto il 9 Maggio, 2014 - 9:01 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2287 letture
Tag

Speculazione finanziaria, ragionamento da trader.Oggi cerchiamo di dare un interpretazione differente da quelle che leggete sui classici giornali alle parole di Draghi.

Speculazione finanziaria

Speculazione finanziaria

Infatti, a noi interessa capire quello che molto probabilmente farà la speculazione finanziaria,che è quella che crea, manovrata dalla politica i temi del momento.Di tutta la conferenza di Draghi sapete che cosa mi ha colpito? Evita con classe tutte le domande su quale sia il livello critico di cambio a cui la Bce sarà costretta ad agire,questo che cosa significa?

Sono segnali in codice per la speculazione finanziaria,ossia mettiamo Draghi alle corde spingendo in alto il cross Euro Dollaro, tanto sappiamo che poi deve intervenire e tutti sanno che sopra gli 1.40 si apre la criticità per la Bce.Poi la speculazione finanziaria ha un tempo definito, ossia sino a Giugno.Quindi dopo la conferenza di Draghi l’idea che mi sono fatto io,che la speculazione finanziaria spingerà al massimo sul cross Euro Dollaro al rialzo, con obiettivo di creare un nuovo effetto, un nuovo catalist.In passato si chiamava Spread, oggi si chiamerà Euro Dollaro.Tutto questo sarà favorito dal grosso flusso di denaro che continua ad arrivare sui bond periferici, che non faranno altro che da una parte aiutare l’abbassamento dello spread e i tassi che gli stati pagano per i loro debiti, dall’altro li mette in ginocchio, con un super euro che li renderà assolutamente non compettitvi in ambito Export.

Ora vediamo se ancora una volta il mercato è pilotato verso obiettivi precisi,osserviamo se come penso, Euro Dollaro romperà al rialzo la barriera degli 1.40, se vedremo titoloni sui giornali del super euro, quello sarà il momento per aprire forti short sul cross.Attenzione, che un super Euro, non piacerà assolutamente alle borse..soprattutto quelle europee

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.