Petrolio, riprende il trend settimanale?

Scritto il 5 Aprile, 2016 - 11:17 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1247 letture

Petrolio, grafico di Price Action daily
Petrolio: non è durata moltissimo la salita del Greggio statunitense che dopo il bel movimento rialzista iniziato intorno alla decina di febbraio (con quella bullish pin/doji) e continuato fino al 20 di marzo con i massimi relativi appena sopra i 41$, ha infatti iniziato un movimento di correzione che fino all’area 38$ poteva delineare ancora uno storno tecnico del trend ascendente appena menzionato ma che, dopo la violazione di tale supporto statico e della stessa media mobile avvenuta proprio tra la fine della scorsa settimana e la giornata di ieri, ci mostra tendenzialmente una possibile ripresa della tendenza discendente di medio-lungo periodo, evidente nel time frame weekly, dopo quella che al momento pare essere una falsa rottura rialzista delle settimane scorse. La quotazione del petrolio infatti è tornata al momento sotto i 36$ e sempre sotto la EMA21; da un punto di vista strategico il ritest del livello appena violato, con un segnale di Price Action ribassista, si potrebbe infatti considerare per una entrata in vendita (proprio nella direzione della tendenza dei mesi scorsi) al fine di rivedere potenzialmente il prezzo in zona 28$. In questo senso avrà sicuramente un’ incidenza la conferma o meno degli accordi fra i paesi OPEC (produttori di petrolio), la Russia ed il Venezuela in merito ad un blocco della produzione; i rumors positivi in tal senso erano stati proprio la causa del rialzo di febbraio ma le voci provenienti dall’ Arabia in merito ad un’ incertezza sul reale blocco della produzione hanno accelerato il movimento ribassista del Petrolio negli ultimi giorni.
Maurizio Orsini
www.mauriforex.com (valute e materie prime)
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

USOil D1 (04-05-2016 1114)

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.