Schiavi in nome della sicurezza

Scritto il 22 Dicembre, 2016 - 7:27 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1905 letture
Tag

Schiavi in nome della sicurezza. Andiamo verso un futuro inquietante, vediamo meglio il motivo e le sue caratteristiche.

catene

Ogni attentato diventa, ogni incidente diventa, una occasione di maggiore controllo, una privazione della libertà individuale.

La Commissione Europea ha proposto una stretta sull’ingresso di contanti e metalli preziosi nell’Unione Europea nel tentativo di chiudere una delle vie di finanziamento degli attentati nel Continente.

L’iniziativa arriva dopo l’attentato di lunedì a un mercatino di Natale a Berlino, dove un camion contro la folla ha ucciso dodici persone. Rientra inoltre nel “piano di azione contro il finanziaemnto del terrorismo” presentato dalla Ue dopo le bombe e le sparatorie avvenute a Parigi nel novembre del 2015.

Le nuove proposte prevedono che i funzionari della dogana dell’Unione Europea possano rafforzare i controlli su contanti e carte prepagate inviate per posta o spedite in pacchi. Le autorità avranno anche facoltà di sequestrare contanti e metalli preziosi trasportati da individui sospetti che entrano nell’Ue. Coloro che pagheranno con carte prepagate dovranno inoltre mostrare un documento di identità per acquisti superiori ai 150 euro.

Oggi chi entra in Ue con più di 10.000 euro deve dichiararlo in dogana. Le nuove regole consentono alle autorità di sequestrare i contanti anche per ammontari inferiori a questa soglia “dove ci sia il sospetto di attività criminale”, ha detto in una nota la commissione Ue.

Le proposte per diventare legge devono essere approvate dal Parlamento Europeo dopo aver ricevuto il via libera degli stati Ue oggi.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.