Salvatore Ferragamo: strategie operative dopo una settimana nera

Scritto il 19 Ottobre, 2015 - 8:00 da Ivan Di Staso
Pubblicato in
2053 letture
Tag

Salvatore Ferragamo è reduce da un forte calo che potrebbe anche non essere ancora concluso per il momento.

salvatore ferragamo

Tra le blue chips senza dubbio quella appena trascorsa è stata una settimana decisamente nera per che ha lasciato sul parterre oltre il 10% del suo valore in sole cinque sedute. E’ anche vero che il titolo dai minimi del 24 settembre in area 22,25/22,3 euro è salito di oltre il 20% fino al 9 ottobre, quando è arrivato a sfiorare l’area dei 27 euro, salvo poi tornare a perdere pesantemente terreno.

Salvatore Ferragamo è stato penalizzato dalle deludenti indicazioni macro arrivate dalla Cina e ha subito un duro attacco ribassista nella sessione di venerdì per due motivi.
Da una parte ha risentito dei risultati trimestrali del gruppo inglese Burberry che hanno mostrato nel complesso debolezza. Dall’altra il titolo non è rimasto immune alle indicazioni di Equita SIM che, pur confermando la raccomandazione “hold”, ha tagliato il prezzo obiettivo da 29 a 27,2 euro, in vista di un terzo trimestre in frenata per il gruppo.

Per seguire da vicino questi due titoli scarica subito il portafoglio in tempo reale.

La forte discesa accusata da Salvatore Ferragamo nelle ultime giornate non è di per sè un elemento sufficiente a legittimare gli acquisti, visto che la correzione potrebbe non essere ancora conclusa.
Il titolo ha ancora margini al ribasso fino all’area dei 23/22.9 euro, in corrisponde della quale si dovrebbero riattivare gli acquisti. Questa strategia sulla debolezza potrà essere corredata da uno stop loss a 22,4/22,3 euro, con un target a 24,75/25 euro prima e a 26 euro in seguito.
Chi volesse intervenire sulla forza dovrà attendere la riconquista dei 25 euro con stop a 23,5 e take profit a 26,5 prima e a 28 euro in seguito.

Chi sono

Appassionato ed esperto dei mercati finanziari, da circa 15 anni si dedica allo studio e all'analisi di Piazza Affari, con un approccio basato sull'analisi tecnica e fondamentale.