Regno Unito? No tanks

Scritto il 14 Settembre, 2014 - 15:44 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2324 letture
Tag

Regno Unito? No tanks. La situazione scozzese è molto più complessa e profonda di quello che può sembrare ,vediamo insieme i fatti e le implicazioni per il mercato.

Regno Unito

Regno Unito

Partiamo da alcuni fatti reali:

-La Scozia vorrebbe separarsi e mantenere la sterlina, Londra ha dichiarato che ciò sarebbe impossibile e quindi la Scozia necessiterebbe di una nuova valuta.

-La Scozia gestisce tutti i giacimenti petroliferi del mare del Nord, in che modo continuerebbero i rapporti con Londra?

-Le banche Scozzesi hanno grandissimi depositi di denaro, ma molte in caso di scissione hanno minacciato di spostare la loro sede a Londra.

Questi sono alcuni punti caldi importanti che i mercati stanno osservando, ma proviamo ad andare più in profondità.Personalemnete non penso che vinceranno i Si per il momento, ma la cosa grave che si è acceso un campanello,ossia si è portato sul palco un problema che esiste e che fa si che gli investitori nei loro planning futuri facciano delle considerazioni diverse quali?

Tutti pensano ad una disfatta per la Scozia, io penso che le conseguenza peggiori siano per il Regno Unito. Siamo sicuri che le banche sposteranno per sempre la loro sede a Londra e non in qualche altro paese,visto l’indebolimento che comunque il Regno Unito avrebbe da questa separazione?

Il punto centrale è proprio questo, la vicenda mina per sempre a mio avviso la fiducia dei grandi investitori, che avendo due alternative non andranno certo ad investire  nel Regno Unito. Secondo problema, si rischia di vedere nei prossimi mesi anni un deflusso di denaro che esce dal Regno Unito verso altre mete più sicure e più stabili. Sul fronte valutario sembra probabile nel medio lungo termine vedere dei flussi di denaro verso Euro e verso Dollaro in futuro vedremo se arriveranno altre valute cassaforte.

Altro aspetto importante per dare un quadro ancora più completo,questa voglia di separatismo ha risvegliato gli spagnoli se diventasse una moda anche in altri paesi?

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.