Rame, uno spunto di price action long

Scritto il 18 Dicembre, 2013 - 20:17 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1408 letture

Rame, bel movimento rialzista che attualmente si trova in fase di correzione tecnica. Vediamo le strategie per riprendere l’uptrend.

Rame: il prezzo di questa materia prima si trova all’interno di un movimento di lateralità di medio periodo che al momento vive la sua fase rialzista. A partire da inizio dicembre infatti il prezzo ha confermato la rottura della media mobile in zona $3,19, iniziando un forte bullish trend (che oltretutto abbiamo tradato in Amici del Forex) con ben sette sedute consecutive di rialzo. In questo momento il Rame sta disegnando una leggera correzione tecnica, frutto anche di prese di profitto nell’area di resistenza intermedia $3,34.
Per rientrare in una possibile continuazione del trend potremmo valutare due strategie: la prima (che preferirei) è quella di attendere un movimento di correzione più marcato, fino al supporto intermedio $3,278 , con un segnale di trading long per entrare ad un prezzo migliore; la seconda invece prenderebbe in considerazione un buy stop su rottura degli ultimi massimi, ipotizzando un’immediata forza in acquisto che non lascerebbe spazio ad una correzione tecnica più incisiva. In entrambi i casi il target di arrivo del prezzo sarebbe la zona superiore della lateralità di medio periodo ($3,38).
rame 18

Finestra macroeconomica

La notizia macroeconomica più attesa di oggi è stata sicuramente la comunicazione da parte della Federal Reserve delle linee guida di politica monetaria. Il meeting di oggi (l’ultimo di Ben Bernanke che a gennaio sarà sostituito dall’attuale sua vice Janet Yellen), oltre a confermare il livello dei tassi di interesse allo 0,25%, ha deciso di ridurre finalmente l’ammontare mensile di acquisto di asset da 85 a 75 miliardi di dollari!  Il board della Fed ha evidenziato una maggior fiducia nelle prospettive di crescita (più veloce) per il 2014 e nel mercato del lavoro; queste le motivazioni che hanno spinto, quasi a maggioranza, a ridurre gli aiuti monetari.
Tra le altre notizie più importanti della giornata ricordiamo il consueto dato mensile sulla fiducia delle imprese tedesche (IFO) risultato in leggera salita, come da previsioni, e diversi market movers giunti dal Regno Unito. La Bank of England, infatti, ha pubblicato questa mattina i verbali di politica monetaria relativi all’ultimo meeting di due settimane fa evidenziando come tutti i membri, all’unanimità, abbiamo confermate le attuali linee guida monetarie. Sempre dall’Inghilterra abbiamo ricevuto i dati sul mercato del lavoro britannico che sono risultati molto positivi con un aumento dell’occupazione, sopra le previsioni, ed un calo della disoccupazione al 7,4% che rappresenta il minimo degli ultimi 4 anni.
Ottima chiusura stamattina per la borsa di Tokyo (+2%) e seduta leggermente positiva per i principali indici azionari europei ancora in attesa della riunione della Federal Reserve. Le borse americane invece, inizialmente contrastate, girano al rialzo dopo la comunicazione di Bernanke.
Sul mercato valutario rileviamo una seduta contrastata e volatile per il dollaro, di leggero rialzo per euro e petrolio, di gran forza per la sterlina.
Il calendario macroeconomico di domani ci mostrerà il dato sulle vendite al dettaglio britanniche e diversi dati di media volatilità provenienti dagli Stati Uniti (l’indice Philadelphia Fed, il superindice e le richieste di sussidi alla disoccupazione).
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.