Ragiona da trader,fai salire i tuoi profitti

Scritto il 28 Maggio, 2015 - 15:35 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1533 letture
Tag

Ragiona da trader.Oggi proviamo ad alzare un po l’asticella dei ragionamenti che in questi giorni si leggono sui vari media.

trader

trader

Mediamente, la gente perde in borsa,perché ragiona in maniera logica,i traders quelli big, gli speculatori, ragionano in maniera differente, oggi voglio condividere un po di pensieri che ho imparato, da tarders molto più espoerti di me.Dal momento in cui ho iniziato a metterli in pratica i miei profitti sono saliti notevolmente.

Oggi la maggior parte degli investitori classici, guarda alla situazione della Grecia, come ad un baluardo insormontabile dopo il quale tutto sarà bello è fantastico.Ma partiamo da una tesi se è vero che mediamente il 90% dei trader perde in borsa,perché segue i temi e le paure ,proviamo a ragionare esattamente al contrario?

Cosa ne esce? La Grecia è un occasione long di breve molto buona che deve essere sfruttata,infatti sul piato non c’è, se la Grecia fallirà o meno ,ma solo che tipo di accordo riusciranno a spuntare.Questo accordo farà schizzare i prezzi dell’equity e di bonds e tutti si butteranno a comperare,in realtà bisogna gà avere equity e correr il rischio, ma dopo la news è un discreto movimento, quando tutti saranno tranquilli li arriveranno i problemi e quali sono?

-Usa che entro anno devono alzare i tassi,quindi contrazione della politica monetaria.

-Cina che nessuno ne parla,ma ogni tanto si vede una società immobiliare quotata, che perde il 60% di valore in una sola seduta.Quindi scoppio della bolla immobiliare.

Caro trader se vuoi seguire la mia operatività scarica subito il mio portafoglio azionario,altrimenti ti lascio con  questo motto da me coniato:

No temere quello che è conosciuto,ma quello che viene artificialmente mascherato.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.