Quale futuro per i tuoi figli?

Scritto il 2 Giugno, 2015 - 9:44 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1840 letture
Tag

Quale futuro per i tuoi figli? Oggi vorrei affrontare con te una analisi economica e sociale per capire come si sta evolvendo questa società,e il tuo ruolo.

Figli

Figli

La parola crisi deriva dal lat. crisis, gr. κρίσις «scelta, decisione.Tre anni fa ho scoperto che sarei diventato padre e le domande che già mi facevo sono diventate un continuo ronzio nella mente.Il mondo sta cambiando,sono certo che è ora di fare un cambiamento se non voglio che per me,ma soprattutto che il futuro di mia figlia sia segnato per sempre.Da qui la ricerca l’osservazione,a  che conclusioni sono arrivato?

Oggi il mondo non è più unito,questa crisi, le difficoltà hanno fatto male e hanno portato i paesi le nazioni  ad essere più individuali e meno collettivi,meno disponibili ad aiutarsi,la paura le ha fatte stringere su loro stesse, invece che aprirsi,questo  a mio avvio è un male,ma è quello che è successo e che proseguirà nel futuro.

Ossia, il mondo lo posiamo dividere in tante squadre, ognuna espone, fa del suo meglio per attrarre verso di se più tifosi possibile e costruire nel suo stadio il suo mondo.Come nel calcio abbiamo squadre si serie A e di serie B. Si tratta di un processo lungo ed irreversibile.

Facciamo qualche esempio concreto?

In Europa abbiamo: Montecarlo, la Svizzera, Lussemburgo,i paesi nordici, in medio Oriente abbiamo il modello di Dubai,in Asia di Hong Kong e Singapore ecc..Quale è la caratteristica fondamentale? Alti dazi per entrare, in cambio, un livello di culturale, di istruzione e qualità della vita Top.Oggi stiamo assistendo una divisione del mondo netta,il top, l’eccellezza e i paesi di serie B.

Noi dobbiamo cambiare modo di ragionare, dobbiamo renderci conto che se vogliamo un futuro al Top per i nostri figli, sia in termini di istruzione che di qualità della vita, che nell’asistenza sanitaria dobbiamo fare degli sforzi e andare verso queste nuove squadre altrimenti….

Questo fenomeno si associa ad una altro aspetto sociale, dove oggi l’uomo deve ritornare ad essere centrale, deve sapere e decidere quello che vuole in maniera decisa concreta, non può permettersi di farsi vivere degli eventi.Sta avvenendo quello che un io mato autore,Igor Sibaldi definisce la Speciazione.

Uomini nuovi, andranno verso luoghi nuovi, adatti al loro sviluppo e gli altri rimarranno tagliati fuori.

Attenzione perché certamente l’ è una paese di serie B.Questo mio post non vuole essere di critica verso niente e nessuno, ma solo una nuda constatazione di quello che oggi sta accadendo nel mondo una presa di coscienza e consapevolezza. Se vogliamo un futuro migliore,dobbiamo noi in prima persona agire,cercarlo vivere in prima persona e non farci vivere dagli eventi.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.