Portogallo, la crisi è ormai alle spalle?

Scritto il 14 Agosto, 2013 - 11:21 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2157 letture
Tag

Portogallo, la crisi è ormai alle spalle? Vedendo i recenti dati sembra che il peggio sia passato.Cerchiamo di vedere meglio la situazione del Portogallo e di fare una breve carrellata anche su la situazione in Europa in generale.

Portogallo

Portogallo

Ecco il dato Sul Portogallo uscito oggi:

Balzo dell’economia portoghese che, reduce da una profonda recessione, nel secondo trimestre è cresciuta dell’1,1% su base trimestrale, dopo il -0,4% segnato nel periodo gennaio-marzo. E’ quanto emerge dai dati diffusi stamane dell’istituto nazionale di Statistica Ine. Si tratta della prima lettura congiunturale positiva del Pil dopo 10 trimestri di cali ininterrotti. Le stime degli analisti interpellati da Reuters in un sondaggio prevedevano una crescita del Pil pari allo 0,5%. A perimetro annuo, il Pil di Lisbona ha rallentato il suo ritmo di caduta, subendo una flessione del 2% dopo il -4,1% segnato nel trimestre precedente. Secondo Ine, il rafforzamento dell’attività economica è legato all’aumento delle esportazioni e all’allentmaneto della flessione negli investitmenti

Nei giorni scorsi è uscito anche un dato incoraggiante sui disoccupati.Quindi per il Portogallo la crisi è finirà? A mio avviso per il Portogallo, come per tutte le economie della zona euro,la più in difficoltà mi sembra sempre l’, si vede effetttivamente un barlume di luce o meglio siamo a mio avviso ad un punto talmente basso sotto il quale diffcilmente si può scendere.

Notiamo un bel Pil della Germania,uno postivo della Francia, si respira aria di ripresa,ma questo piacerà ai mercati?

Assolutamente no, perché vivendo in un economia truccata, paradossalmente più le economie reali vanno bene e più vicino sarà il momento in cui i governi ritireranno le misure di stimolo.Quindi cosa mi aspetto per il futuro?

Economie nella zona euro in migliormamento dal punto di vista dell’economia reale,un peggiormamento molto forte per le valutazioni azionarie, che al momento soprattutto quelle americane sono sopravvalutate e tenute in alto solo artificialmente da politiche ultra espansive.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.