Politica monetaria, domani la Fed deciderà il futuro

Scritto il 21 Maggio, 2013 - 19:23 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2629 letture
Tag

Politica monetaria, domani la Fed deciderà il futuro delle borse mondiali,ossia domani si saprà in che modo continuerà la strategia di Bernanke.

Politica monetaria

James Bullard, presidente della Federal Reserve di St. Louis, in vista della riuinio dei domani afferma quanto segue:

Un consistente acquisto di bond è la cosa più vicina a una normale politica monetaria quando i tassi di interesse sono vicino allo zero. Lo ha detto James Bullard,  raccomandanda alla Banca centrale europea di considerare una tale azione, se l’inflazione dovesse scendere ulteriormente. Bullard, membro votante del Fomc della Fed quest’anno, ha anche detto che la banca centrale degli Stati Uniti dovrebbe continuare a comprare obbligazioni, semmai regolando il ritmo degli acquisti verso l’alto o verso il basso, in relazione ai dati economici in arrivo. “Il Quantitative easing è ciò che c’è di più vicino alla politica monetaria, è un’azione chiara ed è stata efficace” ha detto Bullard in un discorso preparato per una lezione di economia presso l’Università Goethe di Francoforte. La Fed sta acquistando 85 miliardi di dollari di titoli ogni mese. Nella riunione dei prossimi 18-19 giugno rivedrà la sua politica monetaria e ci sono sul mercato ipotesi che potrebbe indicare la possibilità di ridurre il programma, anche se la maggior parte degli economisti pensa che manterrà gli acquisti di titoli per la maggior parte dell’anno, sulla base di recenti dati contrastanti.

Da queste parole sembra chiaro che la politica monetaria si identifichi con il “Quantitative Easing” che è ormai diventato non più uno strumento straordinario,ma da qui all’infinito,uno strumento operativo.In seconda battuta a mio avviso sembra chiaro che ci sia la volonta di provare a fare un test di riduzione degli acquisti,per vedere come reagisce il mercato,non so se questo emergerà già subito,oppure nella prossima riunione.

Quello che James Bullard non dice, e che per fare tutti questi acquisti, il bilancio delle Fed peggiora continuamente e la politica espansiva non riesce a far crescere il Pil più forte del suo debito,quindi il rapporto deficit Pil della Fed sarà sempre peggio e questa è una situazione delicata,per una nazione che vi ricordo non usa lo Yen,ma bensì il dollaro,la valuta di riferimento a livello mondiale.

In conclusione,la politica monetaria della Fed non ha portato risultati concreti nell’economia,ma ha solo creato una nuova bolla sui listini azionari e obbligazionari,che è una cosa un po differente.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.