Podemos: cambiamenti in arrivo in Spagna

Scritto il 3 Febbraio, 2015 - 14:00 da Redazione
Pubblicato in
1632 letture
Tag

Podemos: cambiamenti in arrivo in Spagna

Oggi parleremo del nascente partito spagnolo Podemos e della Marcia del Cambiamento appena organizzata a Madrid il 31 gennaio scorso.

podemos

podemos

Podemos, ovvero “possiamo”, la versione spagnola del più famoso “Yes we can”. Si tratta di un partito politico spagnolo, fondato nel gennaio 2014 da attivisti di sinistra legati al famoso movimento degli “indignados”. Presentatosi per la prima volta alle elezioni europee nel 2014 ottenne, a sorpresa, l’8% dei voti, diventando il quarto partito spagnolo ed eleggendo ben cinque Eurodeputati.

Sull’onda della vittoria del nascente partito Syriza in Grecia, decine di migliaia di spagnoli hanno partecipato alla “Marcia del Cambiamento”, organizzata da Podemos lo scorso 31 gennaio, a Madrid, contro l’Austerity e a favore del cambiamento.

Si tratta della prima dimostrazione di massa in supporto del partito nascente. Tra i partecipanti, il cui slogan era “Il cambiamento è ora”, sventolavano anche molte bandiere greche. L’obiettivo non era quello di chiedere qualcosa al Governo, nè si è trattato di una semplice protesta, ma piuttosto i manifestanti volevano rendere noto che il 2015 sarà l’anno del Governo del popolo.

La popolarità di Podemos non fa che aumentare sin dalla sua nascita, cavalcando l’onda del populismo che sta attualmente attraversando l’Europa. Circa metà della popolazione spagnola supporterebbe il leader del partito, Pablo Iglesias, in caso di sua candidatura a Primo Ministro. Iglesias è frequentemente paragonato al leader greco Tsipras, infatti Podemos, proprio come Syriza in Grecia, ha catturato l’attenzione con lo slogan “servire il popolo, non gli interessi privati”, promettendo la cancellazione di parte del debito spagnolo, debito che ha portato il livello di disoccupazione alle stelle.

 

Chi sono
Avatar