Piazza Affari sotto attacco speculativo?

Scritto il 20 Gennaio, 2016 - 6:53 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2565 letture

Piazza Affari sotto attacco speculativo? In questi giorni borsa italiana denota una debolezza strutturale verso le altre borse, vediamo di capirne il motivo?

FTSE MIB40 Full0316 Future

FTSE MIB40 Full0316 Future

A livello politico, sul piatto della bilancia abbiamo la Bad Bank. Non voglio entrare in tecnicismi noiosi, ma si è creato il gelo tra l’Italia  e Bruxelles su questo argomento. Inoltre i recenti cali di borsa di alcuni istituti, praticamente falliti, come Mps, Banca Carige per fare i nomi più noti, ha acceso i riflettori su Piazza Affari da parte dei controlli Bce. I controlli si sono estesi poi anche su e il mercato vede quindi nuovamente il sistema bancario italiano sotto pressione. una piccola considerazione, se il prezzo dei Btp dovesse iniziare a scendere? Cosa succederebbe alle banche italiane?

Quindi la situazione certo non è semplice, ma dal punto di vista  tecnico come siamo messi?

Il ciclo appena trascorso sul Fste Mib è certamente molto positivo, non dimentichiamo che la borsa italiana lo scorso anno è stata una delle borse migliori a livello mondiale quindi ci sta che possa rintracciare più delle altre. Dal punto di vista operativo, posiamo affermare che finché i prezzi non rompono il livello di 18000 mila punti, la fase a cui stiamo assistendo è solo un fine ciclo di un trend rialzista. Chiaro che se il sentiment internazionale dovesse peggiorare, oppure la situzione delle banche dovesse far emergere nuove situazioni gravi ,allora ci  sarebbe da preoccuparsi.

A mio avviso  sino a quel momento siamo in un normale movimento di rintracciamento, fonadamentale sarà vedere come Il Ftse Mib reagirà a contatto con quella resistenza. Inoltre non dimentichiamoci, che domani ci sarà la riunione Bce, ma che in generale è sempre in atto una politica di Quantitative easing, che seppur vero che è meno efficace rispetto al passato è sempre un arma a favore della crescita.

Con questo post, cerco di ridare un po di eqequilibrio alle valutazioni che leggo, alcune troppo catastrofiste altre troppo ottimistiche, io credo che la verità stia nel mezzo, ossia se al livello di 18000 mila le quotazioni reggeranno e il sentiment di mercato diventerà più sereno allora sarà un buon livello di ingresso long per il listino italiano.

Se hai piacere di seguire la mia operatività in real time scarica ora il Portafoglio del trader.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.