Piazza Affari si riprenderà?

Scritto il 29 Gennaio, 2016 - 6:08 da Fabio Troglia
Pubblicato in
4342 letture
Tag

Oggi torno ad analizzare Piazza affari, perché in queste ultime sedute, si mostra sempre più debole delle altre piazze, quindi vediamo di capire le ragioni e gli sviluppi.

Piazza Affari

Piazza Affari

Parto prima con due annotazioni di natura tecnica:

-Il sito Fabiotroglia.com è un giornale economico, in cui collaborano tanti traders indipendenti, ognuno con la sua vision ognuno con le sue idee. Vi prego di osservare alla fine dell’articolo l’autore, perché è possibile che su uno stesso argomento io e un mio collega abbiamo opinione differenti. La diversità ci aiuta a crescere.

-In molti mi scrivono spaventati dalle oscillazioni dei mercati. Nella realtà il problema non è legato al mercato, ma ai prodotti finanziari scelti, infatti vedo che va tanto di moda un Etf leva 7. Ragazzi si tratta di un suicidio, lo dico da sempre, non operate sui mercati con questi etf strutturati che lavorano malissimo e bruciano solo soldi. Quindi attenzione alla differenza tra l’oscillazione di mercato e la cattiva scelta di un prodotto finanziario.

Ora passiamo alla realtà di Piazza Affari:

-La borsa di Milano vive di due anime, una legata al petrolio con Eni, il titolo più pesante del paniere e un piccolo plotone i titoli quali Tenaris, Saipem. La seconda anima sono i bancari. Ora, il mercato negli ultimi mesi ha massacrato il settore energia, dove a mio avviso si sta vedendo la fine del tunnel o almeno la fine dei crolli. Il settore bancario in particolare quello italiano tra Bail in, Bad bank sta vivendo una bufera, che presto finirà, perché anche qui le quotazioni hanno raggiunto livelli molto bassi e i movimenti segnano tanto un climax di fine movimento.Quindi a livello di sentiment, abbiamo un energy che da negativo sta andando in positivo e un settore bancario che sta finendo la sua discesa e dopo…è evidente che nel momento in cui entrambe questi settori inizieranno insieme a salire, per Piazza Affari sarà un momento molto favorevole.

Il sentiment sui mercati in generale?

-Usa, hanno quasi chiesto scusa di aver alzato i tassi d’interesse, quindi per il momento non ci sono all’orizzonte nuove misure di stretta monetaria all’orizzonte. I mercati emergenti e le materie prime stanno ringraziando con buoni recuperi.

-Giappone, news di qualche minuto fa, ha messo i tassi in negativo, segno importante non tanto per l’azione, ma che siamo su dei livelli di guardia, quindi se la situazione economica non migliorerà a breve vedremo nuovi interventi.Questo sta portando forte svalutazione per lo Yen segno che la paura sta scendendo.

Quindi in sintesi la mia vision per i prossimi mesi rimane ancora positiva, favorita dall’azione congiunta di tutte le banche centrali, a Marzo arriveranno le misure anche della Bce. Da segnalare per fattori specifici, una particolare debolezza di Piazza Affari che mi sembra molto legata al momento, non ad un sentiment generale negativo.

Questo non vuol dire andare long con tutto il patrimonio, ma investire sempre usando una strategia precisa e facendo attenzione ai livelli, ma con un pizzico di positività, utilizzando queste ultime discese come ho fatto io ieri sul livello di 18100 per fare qualche nuove acquisto. Non vedo per il momento grosse nubi all’orizzonte, anzi vedo spiragli di luce in aumento.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.