Petrolio Wti, la price action è rialzista, attenzione alle rotture!

Scritto il 11 Febbraio, 2014 - 18:13 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1837 letture

Segnali Forex di Price Action
Petrolio Wti, i grafici settimanale, giornaliero ed H4 sono impostati al rialzo e la violazione della zona $101 potrebbe spingere il WTI verso i massimi relativi di ottobre 2013.

Petrolio WTI: dopo il calo di inizio anno, la quotazione del petrolio ha visto un graduale e costante aumento che ha portato lo stesso ad apprezzarsi di quasi dieci dollari. Il trend di breve periodo evidenziato dal grafico daily è rialzista, sopra la media mobile e proprio in linea con il livello di resistenza $100,30. Anche il time frame settimanale sta confermando la forza dei compratori e la permanenza al di sopra della EMA21, disegnando quasi (anche se siamo solo all’ inizio!) una bullish pin weekly. Nel grafico a quattro ore la situazione è altrettanto interessante dato che il prezzo, sempre rialzista, si sta schiacciando sull’ area di resistenza con dei minimi crescenti e formando la sesta candela consecutiva inside. Alla luce di quanto appena scritto, un break-out al rialzo di tutta l’area $100,50/101 potrebbe con buona probabilità riportare la quotazione del petrolio sui precedenti massimi dello scorso ottobre in zona $104. Facciamo attenzione alla corretta gestione del rischio al fine di evitare false rotture rialziste, in considerazione anche dell’importante dato che avremo domani pomeriggio sulle scorte americane di WTI che, come sempre, genererà forte volatilità.
oil11

Calendario Forex

Il calendario economico ci mostra anche oggi una giornata povera di market movers; ricordiamo infatti solo il dato sulla fiducia dell’economia australiana (in miglioramento) e la consegna del report di politica monetaria alla Camera da parte del neo governatore della Fed Janet Yellen. Quest’ultima, nel suo discorso, ha evidenziato una continuazione del tapering e delle linee guida stabilite da Ben Bernanke, mantenendo tuttavia una impostazione ancora accomodante (che tradotto vuol dire niente incremento dei tassi nel breve periodo!).
La borsa giapponese oggi è rimasta chiusa per la festività della Fondazione Nazionale. I mercati europei hanno chiuso positivamente una seduta senza particolare volatilità (in assenza di importanti notizie macro) così come gli indici americani che si trovano al momento in territorio positivo.
Fra i principali market movers di domani ricordiamo la produzione industriale della zona euro, il rapporto sull’inflazione della Bank of England con relativo discorso del governatore Mark Carney.
www.mauriforex.com
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.