Petrolio, verifichiamo la price action nella parte superiore del canale.

Scritto il 27 Agosto, 2013 - 20:47 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1840 letture

Petrolio, la lateralità di medio periodo potrebbe essere confermata o violata al rialzo: attendiamo un chiaro segnale di price action per elaborare la relativa strategia operativa.

Petrolioil prezzo del petrolio WTI si trova in un range di lateralità compreso tra i livelli $108,80 e $102,50 ben evidenziato anche dal grafico settimanale. Lo stesso però ci mostra una pressione superiore dei compratori, evidente con le 2 pin rialziste (benché rosse), per cui non è esclusa la possibilità di vedere dopo due mesi una rottura al rialzo dell’area di resistenza e la continuazione del precedente movimento ascendente, anche come conseguenze del recente aumento delle tensioni internazionali in Egitto e Siria.
Senza ovviamente fare previsioni, attendiamo di capire come sempre ciò che lo stesso prezzo del petrolio ci mostrerà, consapevoli che un chiaro segnale di trading ribassista potrebbe essere valutato per una entrata in vendita (con obiettivo la parte bassa del range $102) mentre un break out rialzista, confermato con segnale di price action long, ci potrebbe spingere ad un ingresso in acquisto (con obiettivo di medio periodo in area $113).
oil27

Finestra macroeconomica

Le notizie più attese di oggi erano i due indici di fiducia in Germania e Stati Uniti: l’indice IFO (imprese tedesche) è aumentato ancora sia rispetto alla precedente rilevazione che rispetto alle previsioni, esattamente come la fiducia dei consumatori americani salita a 81.5!
Le borse azionarie hanno chiuso una seduta molto negativa sui timori di un possibile conflitto bellico in Siria. Peggiore performance per Madrid, Milano e Parigi.
Dall’analisi del mercato Forex evidenziamo un ritorno alla forza dello Yen e dell’oro (strumenti rifugio in periodi di avversione al rischio), una debolezza delle valute oceaniche ed una seduta contrastata per l’euro.
Il calendario economico ci mostrerà domani un altro indice di fiducia tedesco, questa volta sui consumatori, il discorso del governatore della Bank of England (Mark Carney) sullo stato dell’economia inglese ed il dato sulla vendita di abitazioni negli Stati Uniti.
www.mauriforex.com

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.