Petrolio, uscire dal range…

Scritto il 30 Giugno, 2016 - 9:30 da Maurizio Orsini
Pubblicato in
1337 letture

 

Petrolio, grafico di Price Action daily

Petrolio: il rialzo del prezzo del petrolio che, dopo i minimi di inizio febbraio in zona 26$, ha spinto la quotazione sui massimi relativi di poche settimane fa in area 51$ è stato generato sia da motivazioni tecniche che da fattori macroeconomici. Nel primo caso sicuramente l’indebolimento del dollaro statunitense (dovuto ad una serie di dati negativi e dall’ipotesi di un rinvio nel rialzo tassi da parte della Fed) ha contribuito ad un rafforzamento del WTI, essendo quest’ultimo proprio quotato in dollari; da un punto di vista macroeconomico il mancato raggiungimento di un accordo tra i paesi facenti parte dell’ OPEC in merito non tanto ad una sospensione della produzione ma anche solo ad un taglio della stessa, insieme con gli ultimi dati sul sulla riduzione delle scorte, ha favorito senz’altro la fase di recupero delle ultimissime settimane. Il grafico giornaliero evidenzia comunque un momento di lateralità di brevissimo termine, con una media mobile completamente piatta e spesso violata, con un prezzo bloccato all’interno del range con soglia superiore 50$ e quella inferiore 46$. Il time frame settimanale ci mostra ancora un movimento più rialzista (come evidenziato poco fa), con un prezzo al di sopra della EMA21 e con la possibilità, in caso di nuovi set up di Price Action long, di valutare delle entrate in acquisto proprio in area 50$. Se, al contrario, dovesse generarsi un nuovo ribasso sul supporto intermedio 46$ valuterei dei segnali short per aprire posizioni in vendita con target minimo in zona 43$.
Maurizio Orsini
www.mauriforex.com (valute e materie prime)
http://www.youtube.com/user/QUIFOREX

USOil D1 (06-30-2016 0928)

Chi sono
Maurizio Orsini

Sono un trader indipendente che lavora nel mercato Forex e Cfd con la metodologia della Price Action Daily. Realizzo analisi e negoziazioni senza l’utilizzo di alcuno strumento che non sia il prezzo e con time frames giornalieri e settimanali. Si tratta di un’ operatività professionale e disciplinata che consente di lavorare nel Forex senza stress e con ottimi risultati, economici e di crescita nelle proprie competenze. Laureato in Economia nel 2001 (tesi in Analisi Tecnica dei Mercati Finanziari) completa nel 2002 il MEFIN (Master in Economia e Finanza Internazionale) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2003 mi occupo di trading, prima nel mercato azionario ed in seguito in quello valutario nel quale lavoro come trader e formatore. Titolare della Mauriforex, realizzo anche consulenza finanziaria indipendente (associato NAFOP) e corsi educational volti a creare figure professionali che operino nel Forex in modo altamente specializzato. La mission è quella di creare traders di successo, con un approccio preciso e rigoroso al mercato, mettendo a disposizione la propria esperienza e competenza per diventare un punto di riferimento nel settore.