Petrolio, prima ti uccide poi ti salva

Scritto il 12 Gennaio, 2015 - 18:27 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1858 letture
Tag

Petrolio, prima ti uccide poi ti salva.Oggi vorrei analizzare con te la situazione del petrolio,per capire che cosa succederà alla nostra economia.

Petrolio

Petrolio

Perché affermo che il petrolio prima ti uccide e poi ti salva? Semplice il crollo dell’oro nero sta avendo e avrà come prima conseguenza, quella di far crollare il prezzo delle società legate ad esso. Avrà il compito di far fallire società che si occupano della ricerca di nuovi pozzi petroliferi o di mandarle in grossa difficoltà.

Si occuperà di far chiudere o fallire le società che hanno costi di raffinazione del petrolio troppo alto,insomma un grande pulizia del mercato che permettere solo ai big di rimanere sul mercato sia a livello aziendale che a livello di produzione.Con somma felicità degli Arabi che si stanno  sfregando le mani essendo loro gli artefici di questa situazione.Questo che conseguenze avrà sul mercato reale? Lo vedremo nei prossimi trimestri.

Questo, dopo aver portato le dovute morti,ovviamente nel lungo termine porterà dei benefici all’economia e finalmente saranno reali, non inventati come quelli creati da Draghi e gli amici della fanta finanza.Infatti il crollo del prezzo dell’energia si riflette con un effetto leva su tu tutta l’economia reale,dalla produzione ai trasporti ecc..

Ora, sui mercati non resta che vedere quali saranno le conseguenze a livello di quotazione e se sarà l’occasione per i grandi investitori soprattutto dei listini Big, Sp500 e Dax di portare a casa un po di profitti,oppure complice l’assenza di investimenti alternativi si continuerà a comperare al rialzo all’infinito,questo è un aspetto di forze relative che solo osservando i mercati potremo capire,perché ci sono delle forze relative in gioco davvero molto importanti.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.