Petrolio in caduta libera, quando si fermerà il movimento?

Scritto il 15 Ottobre, 2014 - 10:29 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2806 letture
Tag

Petrolio,quanto durerà il crollo? In questi giorni stiamo assistendo ad un fenomeno molto importante sia in termini di movimenti che di conseguenza per l’economia,ossia il petrolio in caduta libera.

Petrolio in caduta libera

Petrolio in caduta libera

Il Petrolio in caduta libera è giustificabile? Be vedendo la velocità con cui va l’economia direi assolutamente di si. Questo movimento avrà dei benefici per l’economia reale? Certamente si, in quanto crolleranno sensibilmente i prezzi di benzina e in generale le spese per il riscladamento,quindi certamente sarà un elemento importante per l’economia delle famiglie che avranno quindi un po di ossigeno e quindi potranno spendere questo denaro in consumi.

Cari amici i prezzi del petrolio vengono fatti muovere ad arte ovviamente, siamo stati su prezzi molto alti per tantissimo tempo,ora ci si rende conto che quei prezzi non sarebbero più sostenibili nel tempo e quindi ci si mette l’anima in pace facendoli scendere velocemente, ma per un tempo meno breve rispetto a quanto sono stati sui massimi.Questa rotazione si rende necessaria per far rifiatare l’economia, come se fosse un aiuto di stato globale.

Dal punto di vista tecnico, dove possiamo aspettarci di vedere le quotazioni? Dal mio punto di vista, tralasciando possibili, ma non certi rimbalzi il petrolio in caduta libera arresterà la sua caduta in area 50-60 dove abbiamo una discreta base di volumi, non penso prima.

Dal punto di vista speculativo o uno apre posizioni ribassiste sul Future del petrolio, oppure può scegliere a Piazza Affari tra i molti titoli petroliferi: , che certamente soffriranno della situazione e quindi avremo una rotazione settoriale con Petroliferi giù a favore probabilmente del settore bancario che ora ha migliori prospettive.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.