Petrolio, facciamo il punto

Scritto il 14 Novembre, 2013 - 6:00 da Lorenzo Zardi
Pubblicato in
1705 letture
Tag

Petrolio, facciamo il punto

Nell’ultimo articolo sul petrolio (U.S) avevo evidenziato l’inizio del trend ribassista che ha portato le quotazioni del greggio dai 106 dollari a barile agli attuali 94/95 dollari a barile.

Il passato articolo qui:

https://www.fabiotroglia.com/petrolio-tendenza-ribassista-3600

Osservando ora un grafico a candele giornaliere notiamo il trend ribassista in essere, affiancato all’indicatore Ichimoku e a RSI14 e MACD

 

oil

 

Secondo lo studio di Fibonacci notiamo come il trend sia stato molto forte a ribasso senza mai uscire essenzialmente dalla trendline di primo livello evidenziata.

Ora ci troviamo tuttavia su livelli importanti, attorno a supporti testati e definiti in passato in maniera evidente, inoltre osservando RSI14 e MACD sul giornaliero possiamo a breve aspettarci un ritracciamento rialzista. Il trend è lontano dalla Sen lenta (blu) a 98,25 circa, il MACD sta incrociando a rialzo e l’RSI14 presenta una divergenza positiva sui minimi decrescenti degli ultimi 5 giorni e inoltre si trova a livelli di ipervenduto importanti.

 

oil2

 

Operatività

il trend di base rimane ribassista, la violazione del Pivot di supporto di secondo livello a quota 91,343 dollari a ridosso del supporto statico di lungo periodo potrebbe accompagnare le quotazioni ad un ulteriore crollo, attenzione però alle trappole ribassiste e ai falsi breakout quindi aspettare sempre una conferma della violazione: un eventuale retest come resistenza sarebbe un ottimo punto di ingresso (sempre sulle candele daily)

La violazione del Pivot resistenziale di secondo livello a 96 dollari circa potrebbe comportare nel medio termine un test della sen lenta attorno a 98,285 dollari in coincidenza della resistenza statica, la cui violazione a rialzo spingerebbe ad un nuovo allungo attorno all media mobile esponenziale a 50 periodi attorno ai 99 dollari.

 

Chi sono
Lorenzo Zardi

Sono laureato in Economia e Finanza, ho maturato interesse per il trading speculativo e per l'analisi tecnica applicata agli strumenti finanziari negli ultimi anni in cui mi sono affiancato a traders professionisti, operatori in strumenti mobiliari e professori universitari. Continuo gli studi universitari nel corso di laurea specialistica in Finanza, Intermediari, Mercati. Ho intrapreso altresì una formazione in un private office di consulenza finanziaria collaborando con professionisti di alto livello nel settore della consulenza e della promozione finanziaria, dell'analisi di mercato macroeconomica, monetaria, tecnico-grafica.