Petrolio: analisi della sessione settimanale

Scritto il 15 Maggio, 2016 - 5:54 da Manuele Ciabatti

La sessione settimanale del Petrolio ha chiuso su posizioni “long” a 46,38$ per barile. Il movimento del prezzo non è stato regolare a causa di avvenimenti e “rumors” che ne hanno causato un andamento fortemente volatile sui mercati internazionali.

a7

Nonostante ciò, il Petrolio ha guadagnato 1,77$ rispetto alla sessione settimanale del 2 di maggio che ha chiuso a 44,61$ per barile, come analizzato nell’articolo “Petrolio: analisi settimanale dei movimenti“.

L’incendio in Canada a Fort McMurray, il rimpasto di governo in Arabia Saudita, il pericolo scongiurato di un eccesso record di scorte di greggio hanno determinato ampi rimbalzi di prezzo, come abbiamo già approfondito nell’articolo “Petrolio: dati migliori delle previsioni“.

Infatti, anche venerdì 13 di maggio il Greggio è stato costantemente su posizioni “short” durante la sessione Asiatica ed Europea per le dichiarazioni della Russia di un eccesso di scorte globali che durerà fino al prossimo anno e per quelle delle società petrolifere Suncor e Shell (RDSa) Canada di aver ripreso la produzione.

Tuttavia, durante la sessione Americana il Petrolio è riuscito a recuperare, chiudendo poco al di sopra del prezzo di apertura.

Alla luce di quanto sopra esposto, analizziamo graficamente il trend del prezzo dell’oro nero.

Lo studio grafico su time frame mensile mette un evidenza che:

Crude Oil(Mensile)20160514150325

Crude Oil su time frame mensile

  1. le medie mobili esponenziali a 5 ed a 10 periodi sono importanti supporti dinamici, nonostante il forte ritracciamento del prezzo che ha creato una lower shadow sostanzialmente sui valori della EMA(5) e formato una candela Doji in questa fase di mercato;
  2. l’indicatore RSI lavora al di sopra della media mobile a 9 periodi, collocandosi a 40,10 punti, confermando il movimento su posizioni “long”.

Dall’analisi grafica su time frame settimanale risulta che:

Crude Oil(Settimanale)20160514152014

Crude Oil su time frame settimanale

  1. le medie mobili esponenziali a 5 ed a 10 periodi si mantengono forti supporti dinamici;
  2. l’indicatore RSI continua a lavorare al di sopra della media mobile a 9 periodi, posizionandosi a 61,53 punti.
Crude Oil(Giornaliero)20160514152607

Crude Oil su time frame giornaliero

Lo studio grafico su time frame giornaliero, invece, mostra che:

  1. il prezzo del petrolio, dopo aver raggiunto i valori massimi di 6 mesi non riesce a rompere la resistenza statica al livello di 47,02$ per barile;
  2. le medie mobili esponenziali a 5 e da 10 periodi continuano ad essere forti supporti dinamici, evidenziando un trend sempre in “up”;
  3. l’indicatore RSI lavora al di sopra della media mobile a 9 periodi, collocandosi 64,03 punti.

Da questa analisi, il movimento del prezzo del petrolio ha un andamento certamente positivo che incontra due ostacoli:

  1. come abbiamo appena visto, la resistenza statica nel valore corrispondente a 47,02$ per barile;
  2. la BBMiddle su time frame mensile al livello di 49,48$.

Queste considerazioni valgono anche per il petrolio Brent che attualmente è quotato a 47,89$, marcando uno spread con il Greggio pari a 1,51$.

I dati macroeconomici dell’oro nero in correlazione con quelli di Stati Uniti e Canada saranno i “market mover” anche  dei cross valutari Eur/Usd ed Usd/Cad.

 

Buon Trading

Chi sono
Manuele Ciabatti

Sono avvocato iscritto nell'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid e vivo stabilmente da 4 anni nella capitale spagnola. Sono consulente immobiliare presso REMAX HORIZON a Las Rozas de Madrid. Oltre alla mia formazione di natura giuridica, ho sempre avuto la passione per la finanza. Per questo motivo dopo uno studio di carattere generale, ho seguito sempre da vicino le dinamiche relative al petrolio ed alle sue implicazioni con il mercato Forex, con gli Indici ed i titoli azionari delle compagnie petrolifere. Attualmente collaboro in qualità di analista finanziario con le riviste online di Investing.com e di Fabio Troglia. Durante la mia fase di formazione ho esplorato e mi sono avvicinato sempre di più alle nuove forme di trading online e sopratutto al mondo delle opzioni binarie. Ho appreso a commerciare con le opzioni binarie, riducendo i margini di rischio al minimo ed aumentando esponenzialmente i successi attraverso due step fondamentali: 1. lo sviluppo di strategie di investimento collaudate nel tempo; 2. il corretto approccio psicologico.