Petrolio: analisi della sessione mensile

Scritto il 1 Giugno, 2016 - 13:30 da Manuele Ciabatti
Pubblicato in
1115 letture
Tag

Il petrolio ha chiuso l’ultima sessione mensile su posizioni “long”. Il mese di maggio è stato al centro di eventi naturali, politici ed economici che ne hanno determinato momenti di forte volatilità del prezzo.

Il pericolo di un eccesso di scorte di petrolio rientrato dal blocco della produzione per l’incendio in Canada e per gli attacchi dei ribelli alle società petrolifere in Nigeria, l’avvicendamento di Al -Naimi con Khaled Al – Falih alla carica di Ministro del Petrolio in Arabia Saudita, di cui abbiamo sufficientemente parlato negli articoli “Petrolio ed oil companies: analisi settimanale” e “Petrolio: dati migliori delle previsioni“, hanno influenzato l’andamento dell’oro nero, mantenendo, comunque, un trend rialzista.

Infatti, dopo aver toccato il picco più basso nel livello corrispondente a 43,02$ per barile, il petrolio ha raggiunto i 50,20$ per chiudere a 48,91$.

Alla luce di quanto sopra esposto, il grafico del Crude Oil su time frame mensile mette in evidenza che:

Crude Oil(Mensile)20160601090655

Crude Oil su time frame mensile

  1. in questo momento la BBMiddle è una forte resistenza dinamica, ma, se il movimento del prezzo riesce a rompere la soglia dei 50$, va a trasformarsi in un importante supporto dinamico;
  2. la medie mobili esponenziali a 5 ed a 10 periodi sono consolidati supporti dinamici;
  3. l’indicatore RSI lavora al di sopra della media mobile a 9 periodi e si colloca a 42,26 punti con i compratori che si stanno imponendo nel mercato.

Dall’analisi su time frame settimanale, possiamo osservare che:

Crude Oil(Settimanale)20160601090706

Crude Oil su time frame settimanale

  1. le medie mobili esponenziali a 5 ed a 10 periodi sono supporti dinamici in fase rialzista;
  2. l’indicatore RSI lavora al di sopra della media mobile a 9 periodi e si colloca a 63,85 punti con i compratori che controllano il mercato, nonostante la fase di ritracciamento.

Analoghe considerazioni possono essere fatte per il Brent che, al momento di questa rilevazione, è quotato sull’ICE di Londra a 49,30$, mantenendo uno spread con il Crude Oil pari a 0,65$.

Da questo studio risulta che il trend è su posizioni “long”, ma nelle prossime sessioni dobbiamo monitorare se:

  1. il prezzo del petrolio supera la soglia dei 50$ per barile;
  2. si va a creare una fase di ritracciamento con i supporti dinamici corrispondenti ai livelli della EMA(5) e della  EMA(10) su time frame settimanale.

Al riguardo, va segnalato che domani vi sarà il vertice dell’Opec a Vienna. Anche se non ci si aspetta niente di nuovo riguardo ad un pronunciamento sul congelamento della produzione, il risultato di questo meeting inciderà sul petrolio.

Infine, durante la giornata di oggi verranno pubblicati:

  1. i report dell’American Petroleum Institute (API) sulle scorte settimanali di greggio e sul rapporto USA settimanale di Cushing, Oklahoma, sulle giacenze di Crude Oil;
  2. quello dell’Institute for Supply Management sull’Indice ISM dei direttori agli acquisti del settore manifatturiero.

Questi sono i “market mover” intraday che influenzeranno il prezzo dell’oro nero ed il trend dei cross valutari Eur/Usd ed Usd/Cad.

 

Buon Trading

 

Chi sono
Manuele Ciabatti

Sono avvocato iscritto nell'Ilustre Colegio de Abogados de Madrid e vivo stabilmente da 4 anni nella capitale spagnola. Sono consulente immobiliare presso REMAX HORIZON a Las Rozas de Madrid. Oltre alla mia formazione di natura giuridica, ho sempre avuto la passione per la finanza. Per questo motivo dopo uno studio di carattere generale, ho seguito sempre da vicino le dinamiche relative al petrolio ed alle sue implicazioni con il mercato Forex, con gli Indici ed i titoli azionari delle compagnie petrolifere. Attualmente collaboro in qualità di analista finanziario con le riviste online di Investing.com e di Fabio Troglia. Durante la mia fase di formazione ho esplorato e mi sono avvicinato sempre di più alle nuove forme di trading online e sopratutto al mondo delle opzioni binarie. Ho appreso a commerciare con le opzioni binarie, riducendo i margini di rischio al minimo ed aumentando esponenzialmente i successi attraverso due step fondamentali: 1. lo sviluppo di strategie di investimento collaudate nel tempo; 2. il corretto approccio psicologico.