Come perdere soldi in borsa: la guida completa

Scritto il 2 Novembre, 2016 - 7:18 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2974 letture
Tag

Come perdere soldi in borsa: la guida completa. Oggi vorrei elencarti gli errori più comuni che vengono commessi quando si opera in borsa.

pile of 100 dollar notes on table on fire

pile of 100 dollar notes on table on fire

Perdere in borsa per molti è la normalità, ma attenzione perchè non dovrebbe essere così. In questa guida completa e facile da capire cerco di condividere con te la mia esperienza di 16 anni sui mercati, per far si che anche tu non commetta gli errori classici dei principianti nella tua operatività di trading online quotidiana.

 

Partiamo subito:

 

  • Iniziare a fare trading senza sapere quello che si sta facendo. Iniziare senza avere la giusta preparazione. Spesso si inizia a fare trading sui mercati finanziari convinti che questo equivalga a fare una scommessa al Casinò, del tipo “provo e poi vediamo quello che accade”. Il fatto è che, proprio come accade nel gioco d’azzardo, ci si fa prendere la mano e si inizia a fare molte operazioni, troppe, senza un criterio logico generando grandi perdite di denaro. Si acquistano prodotti troppo rischiosi solo perchè, all’apparenza, ci sembrano facili e intuitivi. In questo periodo vanno molto in voga le operazioni binarie, si tratta di strumenti assolutamente da evitare. Tutti gli strumenti che aggiungono un limite, un paletto al mercato (in questo caso aggiungono la variabile tempo al prodotto finanziario) diventano sempre più una scommessa in borsa che un investimento.
  • Usare una leva troppo elevata. Oggi tutte le piattaforme di trading offrono leve finanziarie importanti. La leva è uno strumento eccezionale perchè ci permette di acquistare grandi quantità di titoli investendo pochi soldi. I problemi che poi andiamo ad affrontare però sono di due tipi. Il primo è che non siamo abituati ad investire importi così grandi, quindi spesso capita che ci facciamo spaventare dalle oscillazioni di prezzo e perdiamo il controllo, dominati dalla paura. Secondo: spesso abbiamo quello che in gergo viene definito margin call, ossia abbiamo un capitale troppo basso che non supporta le oscillazioni di mercato e quindi il broker ci chiude l’operazione per mancanza di fondi.

moutons02-680x365

  • Credere alle pubblicità ingannevoli che si trovano sul web. Sul web vogliono far credere che far trading sia una cosa facilissima, che sono in grado di guadagnare 4000 euro al mese facendolo distrattamente. Attenzione ragazzi: la finanza, la borsa è certamente l’attività più remunerativa al mondo, permette a tutti di entrare sul mercato e, se si è bravi, di guadagnare molto denaro, ma ci vuole impegno costante e dedizione. Quindi si, è possibile ma ci vuole tempo e studio, non ci si può improvvisare.
  • Comperare quando ci sono le situazioni di massima speculazione. Questo è un super classico che nasconde due problematiche. Il primo: se non si conoscono le logiche della volatilità, gli schemi secondo cui questa si crea e si muove, è impossibile usarla a nostro favore. Secondo: spesso si pensa di poter dominare la volatilità e si vuole andare contrari al movimento, sperando in un’inversione, che ovviamente prima o poi avverrà, ma magari prima che questo accada si è già bruciato il conto corrente. Quindi  la regola da seguire per non perdere soldi in borsa è stare lontani dalla volatilità, soprattutto se non si capisce chiaramente che cosa sta accadendo sul titolo o sulla valuta.
  • Disperdere energie su prodotti differenti. Questa regola vale per tutti, ma in particolar modo per i principianti e per color che hanno poco capitale: mai entrare contemporaneamente su troppi prodotti finanziari. I motivi sono molteplici e ora li vediamo insieme. Ogni prodotto finanziario, che si tratti di azione o di valuta, nasconde a livello intrinseco un rischio che deve essere gestito dal trader. Quindi devi tener presente che vi sono  prodotti che, per quanto validi, comportano un alto livello di stress che bisogna saper gestire molto bene. Osservare più prodotti in mercati differenti determina la necessità di avere più situazioni da tenere sotto controllo, più news da seguire e gestire e più elementi esogeni che possono influenzare i nostro prodotti. Insomma, più è ampio il ventaglio di prodotti finanziari da tenere d’occhio, maggiore è l’impegno che vi dobbiamo dedicare. Se si hanno poi pochi soldi spesso disperdere denaro su tanti fronti non fa altro che rendere meno efficace la nostra strategia. Quindi il nostro suggerimento è quello di concentrarsi su poche situazioni, molto buone.

4767495-5898401493-5bga_j1jt3sq

  • Pensare di essere un super trader. Questa regola paradossalmente vale più per i trader esperti che per i principianti. Quando si è alle prime armi si sa di essere all’inizio di un percorso e di essere inesperti e quindi spesso si ha un atteggiamento difensivo, dubbioso. Quando poi si inizia a prendere confidenza con la piattaforma di trading, a fare i primi trading e i primi guadagni, scattano anche le false proiezioni della realtà. Ossia: si inizia a pensare a quello che si potrebbe fare se  si continuasse a guadagnare così, si proiettano i  guadagni nel tempo e allora ci si vede con il Ferrari rombare per le strade della città. Naturalmente lo auguro a tutti, ma pensarlo senza avere ancora guadagnato i soldi per comperarlo è un rischio. Il problema grave è che perdendo il contatto con la realtà si fanno operazioni azzardate, senza valutare con attenzione il rischio e quindi, a lungo andare, si possono generare grandi perdite e si può bruciare il conto corrente. Quindi a qualsiasi livello, anche dopo tanti anni di esperienza, bisogna sempre rimanere con i piedi per terra, sapere che il mercato è un luogo difficile e ricco di opportunità grandissime allo stesso tempo, è un luogo pieno di rischi e, per questa ragione, è importante trattarlo sempre con rispetto e avere una giusta gestione del rischio. Comperare in borsa quando non si è dello stato d’animo corretto è controproducente. Spesso ci può capitare di essere arrabbiati, di aver litigato con la moglie, con la fidanzata, con un amico. Attenzione al nostro umore, perchè se andiamo a lavorare con un sentiment negativo  rischiamo di fare delle scelte negative come ripicca e in conseguenza al nostro stato emotivo sbilanciato. Praticamente cerchiamo vendetta nel trading, con l’obiettivo di cercare vendetta e rivalsa fuori e in questi casi andiamo a cercare i trade più difficile e le situazioni più impossibili.  Devi immaginare che è come se ti volessi punire e volessi provare ulteriore dolore e invece di scegliere le situazioni più facili, dove riusciresti con successo, scegli quelle difficili e complicate. Quindi verifica sempre di essere calmo e rilassato e, se non lo sei, aspetta e non operare finchè non sarai in uno stato emotivo corretto. Esci a fare un po’ di sport, ascolta della musica classica per rilassarti, fatti una bella doccia, insomma quello che funziona per te. Nel momento in cui ti siedi davanti al monitor devi essere sereno mentalmente e cercare solo situazioni di trading facili per poter trarre il massimo profitto.

In generale il trading è una attività fantastica perchè puoi farla ovunque e da solo, ma devi  imparare a gestire te stesso, cosa non affatto semplice. Questa però è la chiave di svolta per la tua attività. Senza questo passaggio non riuscirai mai ad avere guadagni alti e costanti nel tempo. In più, questo percorso di crescita personale ti sarà anche molto utile per conoscere meglio te stesso, migliorarti e avere risultati migliori anche nella vita di tutti i giorni.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.