Paesi black list: prendere residenza

Scritto il 22 Dicembre, 2013 - 12:46 da Fabio Troglia

Paesi black list: prendere residenza.Oggi vorrei fare un po di chiarezza su cosa sia un paese black list che cosa significhi prendervi residenza,rischi e opportunità.

black list

black list

Con l’obiettivo di massima trasparenza, in una rete che fa sembrare tutto semplice,anche decisioni molto importanti che possono se mal gestite creare dei grossi problemi.

La prima cosa da capire, per coloro che decidono di prendere la residenza in un paese diverso dall’,la prima cosa che devono verificare è se il paese da loro scelto, sia un paese White list o Black list.

I paesi Black list, sono considerati i cattivi ossia quei paesi che non che non sono considerati trasparenti dal punto di vista fiscale,faccio questa enorme esemplicficazione perchè lo scopo del post è un altro.

Tra i paesi che oggi vanno più di moda e che sono nella lista black list:

-Svizzera

-Panama

-Dubai

Su internet trovate la lista completa,ma questi sono i più ricercati.Quando con il mio studio facciamo uno studio di fattibilità, per prendere la residenza in un paese non italiano, ricordiamo sempre una prima cosa al cliente,che è necessario trascorre nel paese di residenza almeno 6 mesi e un giorno.Ma la cosa che nessuno dice  che è fondamentale è la seguente:

Se voi prendete la residenza in paese white list,per esempio Malta,l’onere della prova se voi rispettiate i sei mesi è un giorno spetta allo stato italiano( quindi indimostrabile),mentre in un paese black list spetta a voi.

Quindi se voi prendete la residenza in una pese black list e poi vi vivete veramente, non ci sono problemi perché se lo stato italiano vi chiederà info, voi sarete in grado di fornirle,ma se lo fate solo in maniera fittizia non avrete documentazione e sarete soggetti a delle pesanti sanzioni.

Quindi quando leggo cavolate del tipo: che è facilissimo prendere la residenza a Panama a Dubai ecc..può avere un fondo di verità,ma non è vero che io non debba viverci.

Quindi il mio consiglio, essendo questo un processo molto delicato,affidatevi a uno studio serio e ricordatevi che il diritto internazionale e molto complesso, che tutto è fattibile,ma ci sono delle regole precise che vanno rispettate

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.