Ogni giorno diventi più povero, come evitare questo processo?

Scritto il 12 Novembre, 2015 - 9:02 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2368 letture

Ogni giorno diventi più povero, come evitare questo processo? Tu forse non te ne rendi conto, ma il processo e chiaro e irreversibile, vediamo situazioni e soluzioni soprattutto.

Povero

Stamane, mentre leggevo un po di bilanci di aziende, vedi Unicredit, Buzzi Unicem ecc…notavo sempre un fattore comune, le aziende , ma in generale europee stanno reagendo a questa depressione, perché in questa fase ci troviamo, mai con un piano espansivo, mai con una idea di crescita, con un nuovo brevetto, ma solo con tagli dei costi e nella maggior parte dei casi, quelli che loro chiamano, ottimizzazione dei costi al fine di migliorare la redditività.

Tradotto: continui tagli di personale.

Ma questo cosa comporta? Semplice, che un numero sempre maggiore di persone, rimane senza lavoro, aumentando la già grande voce legata al livello occupazionale, ma questo non basta. Un minor numero di persone senza reddito, deprime i consumi e spinge le nazioni in deflazione, perché minori possibilità di consumo costringono i produttori di offerta ad abbassare i prezzi.

Quindi il circolo vizioso in cui vive l’economia moderna è semplice:

-Si devono fare utili per gli azionisti, quindi mentre in passato si facevano salire i ricavi, ora si tagliano i costi, questo è molto facile, ma soprattutto in un mondo certo, permette agli Ad dei vari gruppi di avere risultati senza rischio di mercato. E’ più facile licenziare dipendenti per 1 milione di euro oppure aumentare i ricavi di tale importo? Vedendo la politica che seguono i manager della varie aziende, la risposta sembra banale.

-Questo sistema, unito al crollo anche della materie prime, porta a un fenomeno ormai chiaro che si chiama deflazione, che di per se dovrebbe essere su bene, perché domani hai dei prodotti il cui prezzo scende e non sale, ma per come è organizzato il sistema economico attuale è un male gravissimo.

Allora arrivano le banche centrali, che invece di eliminare il problema alla radice, ossia finanziando grandi opere e riducendo la disoccupazione in maniera reale, spendono denaro per acquistare bonds di stati e in un futuro di banche ecc..

Tutto questo ha un effetto chiaro oggi, soprattutto in Europa e quindi anche in , l’euro nel prossimo futuro sarà valuta debolissima verso tutte. Infatti attualmente la Bce è la banca centrale più determinata di tutte in questa direzione e iniziando con le valute più forti vedi dollaro, ma anche verso valute minori ora, sta avendo buon gioco e da qui i prossimi anni sarà sempre peggio.Caro lettore, questo per te significa che ogni giorno in un mondo globale tu sarai sempre più schiavo e legato ai paesi euro, perché negli altri non potrai andare, non potrai permetterlo.Ogni giorno il valore della tua casa oltre perdere valore in termini reali, lo perde anche in termini di competitività verso il mondo.

Se tu domani vuoi fra andare a studiare tuo figlio all’estero? Londra, Usa, Dubai?? Impossibile.

Ma ci sono delle soluzioni?

Certo, è fondamentale fare una diversificazione valutaria massiccia è urgente, liberarsi il più velocemente possibile degli euro, investendo in valute che ci diano una remunerazione a livello cedolare, il cui prezzo tenga il valore di cambio, questo è una delle pianificazioni che facciamo con il Portafoglio obbligazionario. Non è una scelta d’investimento, ma di sopravvivenza.

Vista la particolare urgenza, sono disponibile se mi scrivi a info@fabiotroglia.com a fare un check up gratuito della tua situazione per aiutarti a capire quali sono i rischi, della tua situazione, ma soprattutto le opportunità.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.