Mercati azionari di che cosa hanno paura?

Scritto il 10 Giugno, 2014 - 23:18 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2347 letture
Tag

Mercati azionari di che cosa hanno paura? I mercati azionari, proprio come i mercati rionali dove vai a fare la spesa,vivono di umori,di voci, di sentito dire,oggi di che cosa hanno paura?

mercati azionari,Vix

mercati azionari,Vix

La pura più grande che si ha sui mercati azionari è legata alla volatilità assente.Questa paura non è solo degli operatori finanziari, ma la cosa più interessante è legata ai timori di molti membri della Fed.Il timore che un indice Vix così basso, possa far assumere agli investitori,  dei rischi non controllati, possa far perdere il senso, la natura dell’ investimento.

Il VIX ha chiuso venerdì a 10.70, minimo da febbraio 2007. Negli ultimi 10 anni, è stato sotto 11 per più di 1 o 2 giorni solo a luglio 2005, a novembre e dicembre 2005, e tra ottobre 2006 e febbraio 2007. Societè Generale osserva che, dal 1990, questo indice si è trovato sotto il livello osservato venerdì solo per l’1.2% del tempo .

Quindi:

-Abbiamo un Sp500 in area di iper venduto e su massimi storici assoluti nella sua storia.

-Un Vix che continua nella sua fase di compressione.

Dal mio punto di vista, penso che la Fed interverrà in qualche modo per far aumentare la volatilità,magari con qualche dichiarazione di aumento veloce dei tassi o cose del genere,perché si rende conto anche lei che siamo in una fase delicata di eccessiva felicità e tutti sappiamo che le fasi di eccesso devono tornare in equilibrio.

Mi aspetto una correzione nel breve,non chiedetemi il minuto, ma avere posizioni short su questi livelli,siamo a a 1953 hanno ampie probabilità di avere un esito di gain interessante.

Il VIX ha chiuso venerdi a 10.70, minimo da febbraio 2007. Negli ultimi 10 anni, è stato sotto 11 per più di 1 o 2 giorni solo a luglio 2005, a novembre e dicembre 2005, e tra ottobre 2006 e febbraio 2007. Societè Generale osserva che, dal 1990, questo indice si è trovato sotto il livello osservato ieri solo per l’1.2% del tempo – See more at: http://www.anthilia.it/9-giugno-2014/#more-7847
Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.