Margin debt, il campanello suona

Scritto il 5 Maggio, 2014 - 8:38 da Fabio Troglia

_da5f6e25_, il campanello suona.Oggi vi riporto il consueto grafico mensile del _829361f5_,ma stavolta abbiamo una novità importante che insieme ad un altra serie di dati,rende il contesto dei mercati molto preoccupante.

NYSE-margin-debt-SPX-since-1995

NYSE-margin-debt-SPX-since-1995

Per chi non lo sapesse,il Margin Debt è il grafico che rappresenta come  gli investitori si indebitano,per investire sul mercato azionario.In questa fase, abbiamo raggiunto dei massimi storici mai visti nella storia,per questa ragione va seguito con la massima attenzione,per due ragioni:

-Le posizioni a leva sono tirate,come mai nella storia,quindi se si è saliti in maniera ripida, la riduzione di questo tipo di indebitamento sarà super violentissima.Con conseguenza sui mercati finanziari disastrose.

Il Margin Debt, ora ha dato un primo segnale di formazione di picco massimo,che va verificato nel mese successivo,ma deve allertare le nostre antenne, che qualcosa sta cambiando.

Se oltre questo indicatore andiamo ad osservare altri punti importanti:

Treasury americano e Bund sempre più vogliosi di salire.

-Sia il Giappone che la Cina, hanno confermato che non ci sarà una politica espansiva da parte loro.

Lo scenario futuro,lo vedo molto fosco e per questa ragione oggi ho fatto delle nuove modifiche al mio portafoglio azionario in tempo reale,potremmo nel prossimo futuro andare a fronte ad uno dei crolli più violenti mai vista prima in borsa,quindi per chi non si è organizzato per tempo, vedere distruggere non solamente i suoi guadagni fatti,ma vedere anche delapidato il suo patrimonio.Sapete che non sono un catastrofista,ma dall’analisi della realtà,la visione ogni giorno diventa sempre più fosca,quindi organizzatevi una strategia difensiva e nel caso abbiate bisogno di aiuto scrivetemi liberamente a :fabio.troglia@gmail.com

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.