Marchionne, amico dell’ambiente

Scritto il 20 Aprile, 2013 - 15:13 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1751 letture
Tag

Marchionne, di è dimostrato ancora una volta un grande amico dell’ambiente,sostenendo che l’auto elettrica prodotta su larga scala sia un suicidio economico.

Marchionne amico dell'ambiente

Marchionne amico dell’ambiente

Marchionne è stato costretto in California a produrre dei modelli di Fiat500 elettrica su cui lui sostiene di perdere 10 mila euro a macchina ,questo dato seppur esagerato penso che a livello concettuale sia veritiero.

Il problema che Marchionne non dice è semplice che il business dell’auto senza un grosso piano di cambiamento delle linee produttive,non è un business che porta profitto,che determina crescita.Il caro Marchionne invece di sostenere che le produzioni di auto elettriche a livello mondiale non siano un business…grossa cavolata, basti pensare che Buffet ha investito in una società cinese che produce solo auto elettriche,non dice invece che la famiglia Agnelli vuole uscire dal business dell’auto e quindi non è più disponibile ad invetire nenache 1 euro.

Diciamo che è il tipico atteggiamento alla Marchionne, spremere tutto e tutti finchè gli fa comodo,ma cercare di far passare la nascita di un mercato dell’auto globale come un masochismo economico mi sembra veramente incredibile.

 

Ecco le dichiarazioni dell’ Ad Fiat:

La produzione di auto elettriche per Chrysler comporta ingenti perdite unitarie e effettuarla su larga scala sarebbe “masochista”. E’ quanto ha affermato l’ad di Fiat e Chrysler, Sergio Marchionne intervenendo all’incontro annuale della Society of Automotive Engineers, a Detroit.

“Abbiamo bisogno di innovare”, ha aggiunto l’ad di Fiat, “Un anno fa l’idrogeno era la prossima grande novità, ora lo sono le auto elettriche”. “Le autorità dovrebbero essere neutrali rispetto alle tecnologie, non possiamo prevedere ogni scenario possibile”, ha proseguito il manager, sottolineando comunque come Fiat “sia riconosciuta come il produttore europeo con la miglior performance ambientale” e come Chrysler abbia aperto nuove frontiere dell’efficienza producendo i primi pick-up a metano del Nord America.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.