Malta, investimento consapevole (Parte terza)

Scritto il 19 Maggio, 2013 - 1:00 da Fabio Troglia
Pubblicato in
3194 letture
Tag

Malta, investimento consapevole, io penso che prima di investire in un paese straniero sia fonamentale conoscerlo in tutti i suoi aspetti.Il mio compito è quello di condurvi alla scoperta dell’Isola di Malta in tutti i suoi aspetti.

ABBRACCIARE IL CAMBIAMENTO

Trasformare l’economia per adeguarsi alla nuova visione non è sempre stato semplice, in particolare nel periodo che ha preceduto l’ingresso nell’Unione Europea. La privatizzazione di molte aziende statali, la ristrutturazione radicale delle altre, lo stretto controllo sulla spesa pubblica, un regime stringente di tassazione a cui adeguarsi, tutte misure volte a ridurre il deficit del paese e a stabilire un sistema fiscale stabile per l’economia dell’isola.

I risultati di queste politiche non si sono fatti attendere ed hanno portato nuova linfa all’economia locale. Nuovi settori industriali, attività che neanche esistevano fino a vent’anni prima quali attività scientifiche, gaming on line, ICT, aviazione e servizi finanziari cominciarono a crescere rapidamente, in competizione con i già ben avviati settore del turismo e manifatturiero.

DECLINO DELLA DISOCCUPAZIONE

Malta,la casa degli italiani

Malta,la casa degli italiani

Il tasso di disoccupazione si è fermato al 7% a gennaio 2010. Le condizioni di lavoro invece sono migliorate sensibilmente nel 2010 tanto che Malta si è classificata prima tra le nazioni europee per quanto concerne la riduzione della disoccupazione.

ATTRARRE INVESTIMENTI

L’Euro è sempre stato visto come elemento chiave per attrarre potenziali investitori sull’isola. Quando i rapporti ufficiali hanno confermato, negli anni che hanno preceduto l’adozione della moneta, che Malta rientrava perfettamente nei criteri stabiliti da Maastricht i dati relativi agli investimenti stranieri nel 2006 e 2007 sono aumentati considerevolmente facendo guadagnare a Malta il decimo posto nella classifica della United Nation Conference on Trade and Development (UNCTAD) nel 2010. Anche in tempi duri per l’economia mondiale Malta è rimasta meta attraente per gli investimenti stranieri.

INVESTIRE PER IL PROGRESSO

L’adozione dell’Euro può essere considerata parte del successo ma altri elementi sono stati essenziali per assicurare il flusso costante di investimenti nel paese. Tra questi i massicci investimenti in infrastrutture, tra cui la costruzione di un moderno sistema di telecomunicazione, un moderno porto, aeroporto ed una centrale elettrica, sistemi legislativi dedicati e forza lavoro qualificata.

Molti investitori ed operatori già residenti a Malta citano il proprio staff quale ragione principale per aver deciso di investire nell’isola: manodopera altamente qualificata, multilingue ed estremamente flessibile nonché conveniente, la forza lavoro maltese è uno dei vantaggi principali. Il governo e le autorità impegnate nel settore educativo hanno cercato di far combaciare i bisogni del mondo del lavoro con l’output di personale, creando corsi appositi che rispondono ai bisogni delle industrie. L’università ed i college maltesi producono un flusso sempre maggiore di professionale qualificato nei settori finanziario, ICT, salute, farmaceutico ed elettronico.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.