Long-Short un trading di successo nella settimana della Bce

Scritto il 6 Marzo, 2016 - 18:42 da Fabio Troglia
Pubblicato in
3767 letture

 Long-Short un trading di successo nella settimana della Bce. Vediamo nel dettaglio quello che è accaduto sui mercati azionari, ma non solo, per capire cosa potrà accadere domani.

Trading di successo

Trading di successo

 

Come sempre, io cerco di darti una visone, un’angolazione particolare, non mi interessano i fatti gli annunci, ma parto da un concetto differente, ossia l’analisi dei numeri, per capire il futuro dei mercati e la nascita delle nuove correlazioni.

Quindi ecco quello che ho notato:

-Dollaro, in forte indebolimento.Nella settimana della Bce la cosa più evidente, è relativa alla forte debolezza del dollaro. Quali sono i motivi? La risposta ovvia sembrerebbe essere che il mercato non si attende un rialzo dei tassi e aggiungo di più, essendoci le elezioni del nuovo presidente, gli investitori credono che se non ci saranno rialzi in questa sessione di Marzo, non ci saranno per l’intero anno. Negli anni passati non è mai successo, che nel semestre prima delle elezioni americane venissero prese delle decisioni di politica monetaria. Io noto e confermo debolezza dollaro, ma mi sembra starno che possa essere attribuita ad un interpretazione come questa, tenuto conto che i dati americani continuano a uscire molto bene e senza creare inflazione, quindi tutti i dati sarebbero favorevoli al contrario ossia a un rialzo. Inoltre poi, la Yelllen si trova in una fase restrittiva di mercato e questo è stato dichiarato più volte. Quindi le strade sono due o i mercati stanno caricando un falso movimento dollaro, oppure sotto potrebbe esserci qualcuno che si sta liberando di dollari, magari riducendo la sua esposizione azionaria?? Raccontami il tuo pensiero..

-Mercati emergenti, stanno salendo all’impazzata alcuni per delle storie..vedi il Brasile con Lula, altri per altre ragioni vedi il rublo con il petrolio..nella realtà e che si trattava di mercati in evidente stato di squilibrio che avevano bisogno, necessità di normalizzazione. Quello che sto cercando di capire e devo essere sincero non ho ancora una spiegazione, i flussi di denaro che arrivano qui, da dove arrivano? Forse dalla vendita di dollari? Sarà un movimento sostenibile nel tempo? Quello che è certo che si tratta come è tipico di questi mercati, molto violento direzionale, che cercherò di sfruttare al meglio perché certamente uno dei più interessanti.

-Materie prime in grande spolvero, in particolare due mi colpiscono, ossia Oro e Rame. Il motivo della salita di questi due prodotti è evidente, il denaro è destinato a perdere valore, quindi bisogna identificare degli assets che non perdano valore.Oro è certamente uno di questi, il rame è un prodotto fondamentale per la produzione prima o dopo verrà sempre utilizzato e quindi il motivo della salita di queste due materie prime è facile da capire e quindi mi piacciono come prodotti. Ahimè sul rame sono fuori, attendo un momento favorevole per entrare, spero me ne dia occasione, nel portafoglio del trader segnalerò il timing per me corretto.

Sp500

Sp500

-Indici azionari, io seguo tre indici come sapete, il Nikkei, Sp500, FtseMib. In questo momento, l’indice italiano sembra continuare essere un indice anticipatore, tenuto conto della sua debolezza strutturale e Venerdì ha disegnato una brutta candela.Se questa Venerdì, smaltite le news d Draghi, sarà confermata e con i prezzi saremo sotto i livelli attuali, la discesa continuerà a livelli ben inferiori a quell visti attualmente. Sp500 nonostante la politica restrittiva risulta esser uno dei più forti, anche se il livello 2000 si è fatto sentire. Io sui listini azionari rimango dell’idea che i guadagni migliori si faranno short e non long, sapete perché? Le banche centrali non mi sembrano abbiano armi vincenti, anzi si preparano a fare interventi nell’idea di fare del bene ai mercati, quando invece metteranno ancor più in ginocchio le banche, vero anello debole di tutta questa storia.

Non mi rimane che augurati un trading di successo

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.