l’Italia,guiderà l’Europa fuori dalla crisi?

Scritto il 31 Maggio, 2015 - 10:00 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2312 letture
Tag

l’Italia,guiderà l’Euorpa fuori dalla crisi? Tutti la denigrano e la maltrattano ma i dati migliorano,vediamo insieme il futuro?

Italia

Italia

I dati definitivi del Pil del primo trimestre hanno confermato una variazione congiunturale positiva del Pil dello 0,3%.Questo sarà solo l’inizio, di un migloramento generale dei dati che arriveranno in futuro.

La prossima grande spinta, arriverà dall’immobiliare e quindi dall’indotto ad esso collegato.I tassi dei mutui sono bassissimi e le banche hanno aperto nuovamente i portafogli, quindi la macchina anche se lentamente si riprenderà e bene a mio avviso.

Ma allora siamo davvero tutti felici,la grande crisi è finita? Si è finita a mio avviso, quello di cui parliamo oggi si chiama impoverimento strutturale, mi spiego.

Il mondo economico è in eccesso produttivo e come si è deciso di combatterlo?

Con due strumenti:

-Leva finanziaria delle banche centrali.

-Schiavitù della popolazione.

Affinché le imprese straniere, i capitali in genarle possano tornare in , come in parte stanno facendo, hanno bisogno di incentivi dalla Stato, garanzie di scarsa tutela per i lavoratori e salari bassi.Ora tutto questo è realtà,quindi  per  i capitali stranieri è ottimo sfruttare un buon indotto anche se un po’ ridimensionato,una popolazione italiana che ha un Know how buono e che poi, in relazione ai costi di logistica non costa più cosi tanto rispetto ai cinesi.

Questo passaggio, ha trasformato la mia generazione, come la macchina del tempo, portando le condizioni di lavoro in relazione agli stipendi e al potere di acquisto,indietro di 30 anni e quindi tutti sanno che cosa ha saputo fare 30 anni fa l’Italia no?

Scrivimi la tua opinione, io penso che questi anni hanno segnato un passaggio epocale,un cambiamento che inizalmente si chiamava crisi ed era temporaneo, in una realtà duratura e costante nel tempo.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.