Listini USA vicini ai test delle resistenze dinamiche

Scritto il 5 Luglio, 2016 - 6:36 da Alessandro Cocco
Pubblicato in
1500 letture

Dopo il Brexit i listini americani hanno fatto seguito a quattro giorni consecutivi al rialzo arrivando quasi ai test delle resistenze dinamiche che poggiano sui massimi decrescenti generati lo scorso mese.

Analizziamo i listini per rendere più chiara la situazione attuale.

S&P500

S&P500Daily

Il Futures quota sopra i 2100.00 punti nella mattinata di Lunedì e pare voglia arrivare al test dei 2122.45 punti qualora torni la forza rialzista, pertanto ci aspettiamo che qualora tale forza non arrivi il rintracciamento ribassista possa essere anticipato. Dal momento che il listino dovesse rintracciare potrebbe portarsi nuovamente a supporto attorno a 2039.32 punti. Nel caso meno improbabile dovesse continuare il rialzo andrebbe al test della resistenza statica a 2122.45 punti la quale se venisse violata porterebbe la quotazione sui massimi del 2015.

DJ30

DJ30Daily

La situazione del Dow Jones 30 è molto simile a quella di S&P500 vicino al test della resistenza dinamica qualora dovesse essere violata potrebbe fare fronte ad ulteriori rilazi per portarsi sui massimi del 2015, Qualora dovesse invece trovare il rimbalzo ribassista troviamo il primo supporto statico a 17761 punti il quale dovesse essere violato porterebbe ulteriormente la ribasso la quotazione verso i 17455 punti.

NASDAQ100

NASDAQ100Daily

Il NASDAQ100 a differenze degli altri due listini è già giunto al test della resistenza dinamica e pertanto lo scenario resta molto simile. Qualora dovesse violare la resistenza dinamica potrebbe poertarsi verso i 4545.77 punti livello molto vicino ai massimi del primo semestre dell’anno corrente. Qualora invece dovesse trovare il rimbalzo ribassista trova il primo supporto a 4385.43 punti il quale venisse violato farebbe scivolare la quotazione verso i 4262.16 punti.

Un’occhio di riguardo va dato ai market movers più rilevanti del calendario economico di questa settimana, focalizzando lì’attenzione alle giornate tra Mercoledì e Venerdì in cui avremo l’uscita dei maggiori dati amcroeconomici americani.

Chi sono
Alessandro Cocco

Financial Advisor (Bonetti Financial)