Listini americani sotto la lente

Scritto il 4 Aprile, 2016 - 21:58 da Alessandro Cocco
Pubblicato in
2124 letture

Prima di analizzare i grafici dei rispettivi listini è ricordarci che i listini americani sono saliti ulteriormente grazie alle dichiarazioni del Presidente Yellen della FED.

La quale ha dichiarato che i tassi di interesse non saranno ritoccati fino a Settembre e che verrà ulteriormente esteso il quantitative easing, pertanto mentre tutti gli investitori attendono che i listini invertano i loro trend la FED accompagna il mercato su nuovi massimi. Analizziamo i listini:

S&P500

S&P500Daily

Nell’ultima settimana il re dei listini del mercato americano è balzato dai 2021.93 punti, supporto statico il quale ci si poteva aspettare la violazione seguita dall’invesrione di trend a oltre 2070.00 punti sfiorando la resistenza statica a 2074.81 punti, violando persino l’ultima resistenza dinamica, livello psicologico chiave che potrebbe riportare il listino verso i massimi 2015. Pertanto S&P500 mantiene il trend rialzista recuperando totalmente le perdite avute nel Gennaio 2016. Ora il range di quotazione su cui l’indice permane è compreso tra i 2047.60 punti e i 2074.81 punti livelli chiave sui quali la violazione farebbe prendere rispettivamente direzionalità al mercato. dal mio punto di vista valutando il fatto che l’indice ha rialzato troppo nell’attuale trend mi rende scettico sul fatto che possa continuare a rialzare ulterirmente, allo stesso tempo, sul punto di vista di analisi tecnica non mostra alcun segno di cedimento e pertanto il sentiment è abbondamentemente neutrale e rende la mia personale operatività molto prudente. Tecnicamente sul quadro tecnico qualora la quotazione dovesse spingersi alla violazione dei 2074.81 punti il listino potrebbe andare a testare i massimi del 2015 a 2110.80 punti, mentre se dovesse tornare a testare i 2047.60 punti arrivando alla loro violazione , si potrebbe parlare di invesrione di trend vedendo come target il supporto statico a 2021.93 punti.

NASDAQ100

NASDAQ100Daily

Per quanto riguarda il NASDAQ100 dopo essere sbalzato dai 4378.09 punti continuando il trend rialzista attualmente staziona poco sopra il supporto statico a 4509.09 punti a ridosso della resistenza dinamica che poggia sui massimi del 2015, attulamente attestandosi a 4530.25 punti. Sul quadro tecnico è evidente il sentiment rialzista in quanto il trend non mostra segni di cedimento, e trova la quotazione chiusa dal tringolo del supporto dinamico e della resistenza dinamica. Pertanto qualora la quotazione dovesse violare uno dei due prenderebbe una direzione concreta continuando a rialzare ulteriormente violando la resistenza dinamica andando a testare la resistenza statica a 4605.50 punti o accennado l’inversione di trend con la violazione del supporto dinamico andando probabilemente a testare il supporto statico a 4378.09 punti.

DJ30

DJ30Daily

Per il DJ30 la situazione è piuttosto simile a quella di S&P500 ovvero il trend sul quadro tecnico è sano e non mostra segni di cedimento ed ha violato l’ultima resistenza dinamica lascindo via libera per poter rilazare fino ai massimi del 2015. Pertanto esattamente come per S&P500 considerando l’eccesso di rialzo di questo trend e il quadro tecnico il sentiment è neutrale. Se sul quadro tecnico la situazione dovesse permenere in questo modo ci possiamo apsettare che il rialzo possa continuare fino ai massimi del 2015 a 17900 punti. Qualora la quotazione dovesse tornare al di sotto del supporto statico a 17660 punti vedremo il listino raggiungere presto il supporto statico a 17381 punti.

RUSSELL2000

RUSSELL2000Daily

Le small cap americane nella seconda metà di Marzo 2015 a differenza degli altri indici ha smorzato il trend rialzista creando una congestione che ha fatto ben pensare agli investitori che molto probabilmente sarebbe potuto tornare sui minimi 2016. Di fatto con le dichiarazione della Yellen a capo della FED, anche le small cap hanno avuto un brusco rialzo sbalzando dai 1071.8 punti circa a oltre i 1104.2 punti attestandosi in data odierna a 1113.3 punti confermando la ripartenza del trend. Pertanto vediamo come target in caso di seguito del rialzo sulla resistenza a 1137.0 punti, qualora invece la quotazione dovesse rintracciare, si potrebbe vedere l’indice tornare a ridosso del supporto statico a 1071.8 punti.

 

Chi sono
Alessandro Cocco

Financial Advisor (Bonetti Financial)