Lezione 7: Introduzione ai grafici Forex

Scritto il 22 Maggio, 2016 - 6:10 da Redazione
Pubblicato in
1925 letture
Tag

Lezione 7: Introduzione ai grafici Forex. Osservare i grafici è uno dei lavori più importanti,per poter fare trading online con soddisfazione.

grafici ForexQuesta parte di corso vi darà un panoramica sui tre principali tipi di grafici Forex che incontrerete in questo viaggio. Io e i miei studenti utilizziamo la tipologia a candela perché permette una miglior visualizzazione delle dinamiche di prezzo all’interno del mercato con il suo design che aiuta a visualizzare la “forza” o l’assenza di una particolare voce di movimento di prezzo. Quindi andiamo ad analizzare le tre tipologie di grafico che incontrerete nelle vostre operazioni di trading:
Grafici a linee
 
I grafici a linee offrono una rapida visione dell’intero trend di mercato e dei livelli di resistenza e supporto. Non sono pratici per il “trade off” perché non si possono visualizzare le singole barre di prezzo ma per visualizzare il trend di mercato in modo chiaro dovete osservare i grafici a linee del vostro mercato preferito di volta in volta.
I grafici a linee sono creati collegando una linea dal prezzo più elevato di un determinato periodo al più elevato del prossimo periodo, dal più basso al più basso, aperto/aperto, chiuso/chiuso. Finora i grafici a linee che mostrano un collegamento tra un prezzo di chiusura e quello successivo sono i più utili ed ampliati usati; questo perché il prezzo di chiusura di un mercato viene considerato il più importante, dal momento che determinerà il vincitore tra i ribassisti e i rialzisti in quel lasso di tempo. Diamo ora uno sguardo ad un grafico giornaliero a linee di EUR USD:
10f5f19d-a184-432c-91a9-dad0898cbb3e
Grafici a barre
 
Un grafico a barre mostra una barra di prezzo per ciascun periodo di tempo.Quindi se siete alla ricerca di un grafico giornaliero qui potrete osservare una barra di prezzo giorno dopo giorno, un grafico di 4 ore vi mostrerà una barra di prezzo per ciascuna delle quattro ore e così via….
Una singola barra di prezzo ci offre quattro informazioni, utili per prendere le nostre decisioni in materia di trading: aperta, massima, minima, chiusa, chiamate anche “OHLC charts” (open, high, low, close charts). Qui sotto un esempio di barra di prezzo:
image
E’ un esempio dello stesso grafico EUR USD utilizzato in versione “grafico a linee” ma si tratta di grafico a barre:
image (1)
Grafici a candele
 
Questi grafici mostrano le stesse informazioni di un grafico a barre ma sotto un aspetto grafico più accattivante. I grafici a candele indicano il punto massimo e il punto minimo di un determinato lasso di tempo come per i grafici a barre, utilizzando una linea verticale. La linea verticale superiore è chiamata “ombra superiore”, mentre la linea verticale inferiore è l’ “ombra inferiore”; potreste anche vederle sotto il nome di “stoppini”. La principale differenza sta nel come viene rappresentato il prezzo di apertura e chiusura in questi grafici.
Il grande blocco al centro della candela indica l’intervallo tra il prezzo di apertura e quello di chiusura, tradizionalmente chiamato “corpo reale”.
Generalmente se il corpo reale viene compilato o si presenta di colore più scuro il prezzo di chiusura sarà più basso rispetto a quello di apertura, mentre se il corpo reale viene lasciato vuoto, o di un colore più chiaro, allora il prezzo di chiusura sarà maggiore rispetto a quello di apertura. Se ad esempio il corpo reale è bianco o di un colore chiaro, la parte superiore di questo determinerà probabilmente il prezzo di chiusura, mentre la parte inferiore indicherà quello di apertura. Se il corpo si presenta nero o di colore scuro, la parte superiore indicherà probabilmente (ovviamente potete dare al corpo reale qualunque colore vogliate) il prezzo di apertura e quella inferiore il prezzo di chiusura. Renderò più chiaro il concetto con uno schema:
image (2)
Si tratta dello stesso grafico giornaliero EUR USD che vi ho precedentemente mostrato nella versione di grafico a barre e a linee ma questo è fatto in versione “candela”. Notate che ho colorato le candele di bianco e nero ma potete scegliere i colori che volete, basta che siano colori piacevoli per i vostri occhi e che vi trasmettano sentimenti rialzisti o ribassisti. Le candele rialziste sono di colore bianco (chiusura superiore ad apertura), mentre le candele ribassiste sono di colore nero (chiusura inferiore ad apertura):
 image (3)
I grafici a candela sono i più comunemente utilizzati e, come tali, sono quelli che incontrerete maggiormente durante la vostra attività di trading e quelli che personalmente consiglio se volete imparare ed operare con le strategie di movimento di prezzo. Utilizzo anche io grafici a candela nel mio corso di trading e li ho consigliato ai miei studenti quando postano grafici sul forum perché la loro piacevolezza visiva e semplicità li rendono alla portata di tutti.
Chi sono
Avatar