Legge elettorale d’urgenza, il sintomo della paura

Scritto il 2 Agosto, 2013 - 11:12 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2007 letture
Tag

Legge elettorale d’urgenza, il sintomo della paura.Vediamo che cosa gli italiani si possono aspettare vediamo quali sono i possibili scenari per la piazza finanziaria milanese.

Legge elettorale

Legge elettorale

Tratto dal Il Fatto Quotidiano:

La riforma della legge elettorale approderà a settembre alla Camera e sarà votata entro i primi di ottobre: è stata infatti approvata all’unanimità la dichiarazione di urgenza dalla conferenza dei capigruppo, in base alla quale il testo resterà in commissione al massimo per un mese. L’impegno dei capigruppo è far giungere il testo in Aula a settembre e votarlo entro i primi di ottobre.

La legge elettorale subisce questa accellerazione per ovvi motivi legati a Berlusconi,si sa, che a breve l’appoggio a Letta da parte del Pdl salterà,e si aprirà per il governo l’ennesima crisi di governo e il prossimo anno gli italiani andranno di nuovo a votare.Quindi capito che l’inevitabile è realtà,meglio cercare di andare a votare con una legge elettorale accettabile.

Questa situazione come potrà essere vista dalle piazze finanziarie? Titoli del debito italiano che scendono,spread con il Bund che si allarga.Ma la cosa che secondo me potrebbe succedere,visto che il controllo del debito pubblico è assolutamente fuori logica e relativo ad una bella nuova manovra straordinaria per le tasche degli italiani.I quali rischiano nuovamente di trovarsi, senza un governo e  quindi senza la possibilità di imputare le colpe a nessun partito poilitico,ma intanto veder depauperati ancora di più i loro risparmi.

Questo scenario entro la fine dell’anno penso non sia cosi remoto,quindi state attenti, e che ognuno adotti le misure più consone per proteggersi.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.