L’accordo tra Pfizer e Allergan non porterà benefici

Scritto il 1 Dicembre, 2015 - 10:00 da Dominosolutions.it
Pubblicato in
2448 letture
Tag

L’accordo tra Pfizer e Allergan non porterà benefici. Vediamo insieme di capire meglio i dettagli dell’accordo.

 

Pfizer acquista Allergan ma non sembra un accordo vantaggioso

Lunedi scorso Pfizer Inc. ha annunciato l’intenzione di acquistare Allergan, la transazione avrà un valore di circa 160 miliardi di dollari. Anche se da un punto di vista del business l’acquisizione è vista come positiva pe

r Pfizer, questo perché migliora il profilo di business acquisendo nuova liquidità, i suoi benefici sono compensati dall’aspettativa che Pfizer utilizzerà quel denaro per eseguire buyback.

In seguito all’annuncio della trattativa, abbiamo anal

izzato le prospettive di Pfizer e Allergan. Per Pfizer, uno degli aspetti positivi chiave della trattativa è che porterà notevoli vantaggi fiscali, subendo alcun grande cambiamento nelle norme fiscali degli Stati Uniti. La struttura di fusione trasformerà la società in un controllata indiretta di Allergan, società con sede a Dublino, con una bassa pressione fiscale. Il mix di risparmio fiscale, unito con la liquidità da acqui

sizione porterà a Pfizer un tasso di crescita di circa del 25%. Ci aspettiamo che la struttura finale fornirà a Pfizer un migliore accesso ai contanti esistenti e futuri flussi di cassa ad un tasso fiscale efficiente, traducendosi in un affare positivo.

Tuttavia i principali beneficiari saranno gli azionisti Pfizer, dato che, come accennato in precedenza, condurrà una significativa campagna di riacquisto di azioni dopo la fusione, strumento che porta sempre benefici all’azienda. Pfizer non ha rivelato quante azioni acquisterà e in quale arco di tempo.

La riduzione di cassa che ci aspettiamo dal riacquisto di azioni è comunque un chiaro segnale negativo. In questo modo la società esaurirà una valida fonte di liquidità che sarebbe altrimenti disponibile per contrattempi operativi o esigenze di contanti. Inoltre eliminerà denaro che potrebbe essere utilizzato per le acquisizioni per espandere l’EBITDA.

Col taglio fiscale e una crescita del 25% circa, Pfizer

avrebbe all’incirca 50 miliardi di liquidità a disposizione per sostenere le sue esigenze di credito. Dato la nostra aspettativa che Pfizer utilizzerà
la maggior parte di questo denaro per il riacquisto di azioni, questo sostegno del credito non sarà più disponibile. Pfizer non avrà bisogno di alcuna richiesta di prestito per chiudere l’affare, pertanto la fusione ha come solo scopo l’abbassamento della pressione fiscale e l’accesso al credito di Allergan. Quindi, il livello di Debt/Ebitda salirà leggermente.

allergan

Allergan

Abbiamo fatto diverse ipotesi circa la crescita dell’EBITDA e i cambiamenti nella struttura del capitale di ogni società. In questo scenario, anche con Debt/EBITDA di 2.6x, la società avrà più di 75 miliardi di dollari in cassa appena prima della fusione, e più di 60 miliardi di dollari di liquidità, se gli azionisti saranno d’accordo con l’opzione di pagamento in contanti in fase di trattativa.

L’acquisizione rafforzerà la diversità e la ricerca condotta da Pfizer e ridurrà la propria esposizione alla perdita di brevetti. La nuova società avrà più di 65 miliardi di dollari di fatturato annuo, a fronte di
circa 50 miliardi solo per Pfizer. Il tasso di crescita di Pfizer migliorerà molto anche grazie al tasso di crescita di Allergan, che è guidato da un forte franchise del Botox e una varietà di prodotti lanciati di recente, tra cui Kybella, Viberzi (per colon irritabile) e Vraylar (per il disturbo bipolare e la schizofrenia).

La diversificazione dei prodotti di Pfizer migliorerà con i tre farmaci più grandi che costituiscono circa il 23% delle entrate e i cinque farmaci più grandi che compongono il 29%. La fusione darà a Pfizer una forte presenza in dermatologia, gastroenterologia, oftalmologia e estetica, integrando i suoi punti di forza in numerose altre categorie. L’esposizione di Pfizer per gli imminenti scadenze di brevetto diminuiranno sostanzialmente per i prossimi tre anni, grazie ad Allergan.

Detto questo, noi crediamo che l’affare sia stato condotto molto bene ma che rimanere scoperti di liquidità in una fase cruciale di mercato come quella di questo periodo, in vista degli aumenti dei tassi e dato che la società nuova sarà farmaceutica, quindi bersaglio di class action e contenziosi o ritardi dell’FDA Americano ed Europeo, potrebbe portare gravi disagi in futuro, se andrà tutto bene, Pfizer, con la nuova aliquota fiscale e i buyback avrà un grande futuro, se accadrà qualcosa che minerà la sua liquidità, allora saranno guai. Per noi l’accordo non è salutare per Pfizer.

Dominosolutions.it

Domino Solutions è una società di analisi finanziaria indipendente con clienti in 7 paesi diversi. E' nata circa 11 anni fa, i suoi analisti sono laureati in economia e commercio in vari settori, dalla finanza aziendale a quella dei mercati globali. I nostri spaziano dall'aggressivo americano, al difensivo europeo, titoli italiani, ETF, CFD su azioni, valute, materie prime e indici. L'ottica temporale va dall'intraday fino ad un massimo di 24 mesi in base allo strumento. Scrive per varie testate giornalistiche, Investing.com, Trend-online.com, Yahoo finance e il Sole 24 Ore. I suoi punti di forza sono l'analisi fondamentale dei bilanci societari fino alla costruzione di algoritmi tecnici capaci di anticipare le inversioni di trend. Il sito italiano è http://www.dominosolutions.it