La Grecia oggi fa più paura…

Scritto il 26 Gennaio, 2015 - 16:00 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2028 letture
Tag

La Grecia oggi fa più paura… Prima nel board Bce erano tutti tranquilli,dopo le elezioni politiche in Grecia la sitazuione è un po diversa.

Grecia

Grecia

Ti faccio notare subito,mettendo in evidenza alcuni cambio di atteggiamenti,da parte del board Bce.

All’indomani della vittoria alle politiche greche di Syriza, il partito della sinistra radicale guidato da Alexis Tsipras, dall’Europa arrivano i primi segnali di apertura al dialogo con Atene su un allungamento delle scadenze del debito, mentre pochi spazi sono concessi alle richieste di un ulteriore sconto.

“Deve pagare, sono le regole europee del gioco”, ha detto Benoit Coeuré. “Non c’è spazio per un’azione unilaterale in Europa, cosa che non esclude una discussione, per esempio, sul riscadenziamento del debito”, ha aggiunto il membro del comitato esecutivo della Bce.

Il commissario europeo Guenther Oettinger, tedesco, ha sottolineato come una ristrutturazione del debito greco sarebbe un segnale negativo per altri paesi nella zona euro.

“Se tagliamo il debito alla Grecia, questo darebbe un segnale sbagliato al Portogallo o all’Irlanda, a Cipro o alla Spagna”, ha detto il tedesco, sottolineando come il nuovo governo debba rispettare gli accordi.

D’altra parte, Oettinger ha segnalato come Bruxelles potrebbe essere più flessibile nell’estensione di alcuni termini dei prestiti già garantiti.

Di allungamento delle scadenze dei prestiti parla il premier finlandese Alexander Stubb. “Non cancelleremo i debiti, ma siamo pronti a discutere sull’estensione del bailout o delle scadenze…ma questo non cambia il fatto che la Grecia debba proseguire a riformare la propria economia”.

Io penso, che alla fine si arriverà ad un accordo pacifico tra le parti, perchè è interesse di entrambe che il gioco continui e che a pagare siano sempre i soliti poveri noti…

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.