La Fed li alza i tassi? Secondo questo grafico…

Scritto il 2 Agosto, 2016 - 9:10 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1511 letture

La Fed li alza i tassi? Secondo questo grafico…Oggi il destino delle borse molto più che in passato, è legato al futuro delle banche centrali.

Treasury

Treasury

Oggi quello che risulta essere molto importante e capire con la più elevata certezza che cosa faranno le banche centrali, che in questa periodo sono molto attive, infatti sono loro che muovono gli interessi dei Big vista l’importanza delle loro manovre. Nel dettaglio il focus di oggi cade sulla Fed, che fra tutte le banche centrali e l’unica che sta andando verso una direzione restrittiva e non espansiva. Il modo migliore per capire il futuro andamento di tassi americani è certamente guardare l’andamento dei Treasury americani a 30 anni ossia quelli più volatili e più sensibili ai cambiamenti di politica. Dal grafico che vedi in allegato, possiamo notare che dopo una forte salita dei prezzi, ma ora se continuerà nel livello di prezzo di 173, possiamo notare la possibile formazione di un secondo massimo di periodo inferiore al precedente.Questo avrebbe un significato molto importante, perché decreterebbe la convinzione che i tassi verranno alzati e quindi il valore dei bonds scenderebbe.Questo sarebbe un momento molto importante, perché rispetto al passato decreterebbe una contrazione della liquidità immessa sul mercato, e non una espansione.

Questo avrebbe due situazioni evidenti che si notano già sul mercato:

-Un delevering del mercato lo notiamo dal Margin debt.

-La fine del recupero per i mercati emergenti.

Siamo su una fase di mercato molto delicata, dal punto di vista del livello monetario del sistema, gli Usa potrebbero prendere una strada decisa verso il restringimento, lo dimostra anche la forte indecisione di Sp500, che cammina sui massimi in maniera preoccupante, sta solo cercando di avere conferme certe…

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.