Italia, nazionalizzazione delle pensioni private?

Scritto il 7 Settembre, 2013 - 9:51 da Fabio Troglia
Pubblicato in
2947 letture

Italia, privatizzerà le pensioni private? Questa è una delle nuove tendenze che è arrivata in Europa,prima partita in Argentina,poi in Ungheria ora anche in Polonia.

Pensioni private

Pensioni private

E’ notizia di qualche giorno fa la decisione del premier polacco  Donald Tusk di privatizzare le pensioni private,con l’obiettivo di ridurre il debito pubblico di 8 punti percentuali e portarlo dal 52.7% al 50%.

Tratto dal Sole 24 ore:

In questo caso la modalità identificata dal premier polacco Donald Tusk è quella di trasferire nelle casse dello Stato le obbligazioni detenute dai fondi pensione coperti da garanzia pubblica, in particolare obbligazioni sovrane, per un ammontare superiore ai 40 miliardi di euro. In Polonia l’adesione alla previdenza complementare è volontaria: a questi strumenti va il 2,92% della retribuzione dei lavoratori che chiedono di includere anche una parte privana nel proprio piano previdenziale. Quello di Varsavia è un sistema previdenziale “ibrido” con un veicolo pubblico (lo “Zus”) e uno privato.La mossa comporterà in sostanza il dimezzamento del patrimonio di questi strumenti – visto che i titoli di Stato ammontano al 51,5% degli “asset under management” dei fondi pensione -, riducendo in misura conseguente il ruolo della previdenza complementare nel sistema economico e finanziario della Polonia. L’altra metà del portafoglio dei fondi pensione è investita per buona parte in titoli quotati alla Borsa di Varsavia.

Per far poi star tranquilli i gestori del settore privato, il premier ha poi detto che  ci sarà una riforma del settore delle pensioni private,per cui i fondi con il restante capitale avranno maggiore possibilità di investire in titoli più speculativi.

La decisione del governo polacco è molto grave, dal punto di vista ideologico,perché rende sempre più normale la copertura di debiti pubblici con risparmi privati,provocando un grave abuso,perché il privato fa un investimento con certe caratteristiche e poi in corsa senza poter tornare indietro, lo stato gli cambia le regole.Altra cosa molto grave è il meccanismo perverso,infatti grazie a questa manovra, il governo Polacco avrà un miglior rapporto debito PIL ,quindi potrà emettere nuovo debito e quindi il rapporto con il tempo peggiorerà nuovamente è saranno necessarie nuove nazionalizzazioni private….ma un bel giorno quando non ci sarà nulla da nazionalizzare quando tutti i risparmi privati saranno finiti?

In questa strada sarà un opzione? Il settore delle pensioni private vale molto meno in Italia,ma il concetto della compensazione tra risparmi privati e pubblici e lo stesso.In Italia recentemente, in maniera retroattiva è stata ridotta la detraibilità delle pensioni integrative…quindi un governo disperato in un prossimo futuro perché non potrà anche ricorrere alla nazionalizzazione del settore privato?

Cari amici osserviamo il presente per capire il futuro.Gli stati,ma in particolar modo l’italia farà di tutto per compensare l’enorme debito del paese utilizzando risparmi,investimenti del settore privato,se ne fregherà delle legge come abbiamo visto ultimamente, facendo leggi retroattive cambiando a posteriori le leggi,la strada è certa la compensazione tra pubblico e privato ci sarà in vari modi,noi  osserviamo  alcune tecniche,ma magari loro ne studiano di nuove,per risolvere il problema vi è una unica soluzione delocalizzare i propri risparmi furoi dal suolo italiano.

 

 

 

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.