Internet in Italia, paese del quarto mondo

Scritto il 19 Novembre, 2014 - 5:35 da Fabio Troglia
Pubblicato in
1945 letture
Tag

Internet in Italia, paese del quarto mondo.Quando leggo il piano strategico dell’Italia per le nuove tecnologie mi viene da piangere.

Internet in Italia

Internet in Italia

Oggi ti riporto questo articolo,che visto così sembrerebbe un piano strategico incredibile,quando in realtà oggi nel 2014 a Malta abbiamo connessioni internet a 250 mega.Pensare che l’ sta progettando per il 2020 una connessione Internet a 100 mega mi fa davvero tanta tristezza,perché rappresenta in maniera palese il livello di evoluzione dell’Ex bel paese,non solo nel settore It.

Fonte Reuters:

La Strategia italiana per la banda ultralarga presentata oggi a Bruxelles prevede entro il 2020 la copertura per l’85% della popolazioni con connettività di almeno 100 mbps, per il restante 15% almeno 30 mbps.

E’ quanto si legge nel documento che prevede investimenti per 6 miliardi di euro pubblici e 2 miliardi privati.

“Considerando il problema del digital divide di base come un problema risolto in tutta Europa, il piano strategico per la banda ultralarga si pone l’obiettivo di raggiungere entro il 2020 la copertura fino all’85% della popolazione con una connettività ad almeno 100 Mbps, che è l’unica a poter essere definita ultra fast broadband nell’accezione dell’Agenda Digitale Europea”, dice il piano.

Il documento italiano inoltre prevede interventi infrastrutturali così suddivisi: 2 miliardi di euro gli investimenti privati dichiarati dagli operatori privati nel triennio 2014-16; 6 miliardi di euro pubblici per massimizzare la copertura a 100 Mbps fino all’85% della popolazione e garantire a tutti i cittadini almeno 30 Mbps.

Secondo il piano “le soluzioni FTTH rappresentano la condizione ideale per la messa a disposizione di un’infrastruttura di rete a banda ultralarga a prova di futuro, l’impiego efficiente delle risorse economiche conduce ad un impiego diretto di questa soluzione solo nelle aree a maggior potenziale di business, privilegiando una logica evolutiva in cui generalmente la fibra viene dispiegata inizialmente nella tratta di rete primaria (FTTC), per poi essere estesa nella tratta secondaria fino alla prossimità degli edifici (FTTB e FTTdp) ed, eventualmente, fino all’interno delle unità immobiliari (FTTH)”.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.