Inflazione: il peggio deve ancora arrivare

Scritto il 26 Aprile, 2022 - 8:35 da Fabio Troglia
Pubblicato in
769 letture
Tag

Lo shock inflazionistico: il peggio deve ancora venire! Se pensi che siamo al picco dell’inflazione, ti sbagli di grosso. Vediamo gli eventi che potrebbero aumentare le pressioni inflazionistiche nei prossimi mesi:

1) China Supply Shock: il 60% della Cina è in lockdown, come sapete, a causa della nuova ondata di covid. L’hub cargo globale “Shanghai” è in completo blocco, provocando il caos nei porti, con alcune cifre che suggeriscono che 300 navi sono in coda per scaricare il carico. Con la Cina un importante contributo alla catena di approvvigionamento in tutti i settori, qualsiasi interruzione dei carichi nei porti potrebbe causare enormi interruzioni, aumentando così le pressioni inflazionistiche.

2) The Palm Oil Shock: l’olio di palma è utilizzato in più della metà dei prodotti confezionati (rossetti, saponi, detersivi ecc.) venduti negli Stati Uniti; il prezzo dell’olio di palma dovrebbe salire alle stelle nei prossimi giorni. Questo perché l’Indonesia, che rappresenta il 60% del totale delle esportazioni globali, ha vietato l’olio di palma a causa dell’aumento dei “prezzi interni”. È una merce che non può essere rifornita in breve tempo e siamo in un momento difficile.

3) Gas naturale e shock petrolifero: si ipotizza che l’UE potrebbe non accettare di pagare in rubli il gas naturale alla Russia a maggio, con conseguente embargo “parziale” o completo di petrolio e gas verso l’Europa dalla Russia. Anche se l’embargo non si verifica; fino alla fine della guerra, si prevede che i prezzi del petrolio e del gas saranno scambiati all’estremità più alta dell’intervallo.

4) Spirale dei prezzi degli affitti/abitazioni: la spirale dei prezzi delle case nel mondo sviluppato ha portato a un aumento dei prezzi degli affitti e l’aspettativa è che i prezzi degli affitti continueranno ad aumentare nei prossimi mesi. Secondo l’ultimo sondaggio della Fed di New York, le famiglie si aspettano aumenti degli affitti dell’11,5% nei prossimi 12 mesi, rispetto al 6,6% di febbraio 2021.

5) Aumento delle aspettative di inflazione: fino ad ora, la FED ha completamente fallito nel sopprimere le aspettative di inflazione e le aspettative continuano a progredire. Fino a quando le aspettative di inflazione non diminuiranno, non aspettarti che l’inflazione raggiunga il picco.

Chi sono
Fabio Troglia

Attualmente svolgo un’attività di trading giornaliero sul mio patrimonio personale; in particolare i mercati di riferimento su cui opero sono i seguenti: indici internazionali, mercato azionario italiano, Forex e Commodities.