Inflazione e dinamica inflazionistica sui prezzi di lungo periodo (parte seconda)

Scritto il 26 Giugno, 2013 - 8:00 da Lorenzo Zardi
Pubblicato in
1978 letture
Tag

Inflazione e dinamica inflazionistica sui prezzi di lungo periodo (parte seconda)

Nell’articolo precedente al seguente link,

https://www.fabiotroglia.com/inflazione-e-dinamica-inflazionistica-sui-prezzi-di-lungo-periodo-parte-prima-1557

ho introdotto le dinamiche inflazionistiche di lungo periodo, sotto gli aspetti più basilari, poiché sarebbe un discorso che richiederebbe molto più respiro; ora vorrei applicare tramite un esempio di statica comparata le teorie prima introdotte per andare a verificare anche graficamente cosa accade agli elementi introdotti anche precedentemente negli articoli iniziali ad un aumento permanente di offerta di moneta e come variano insieme tutti i parametri:

https://www.fabiotroglia.com/tassi-di-cambio-e-rendimenti-attesi-le-basi-del-forex-1362

https://www.fabiotroglia.com/moneta-tassi-di-interesse-e-tassi-di-cambio-parte-prima-1399

https://www.fabiotroglia.com/domanda-di-moneta-tassi-di-interesse-e-tassi-di-cambio-parte-seconda-1488

 

Consideriamo variazioni permanenti dell’offerta di moneta negli USA e il tasso di cambio USD/EUR

 

variazioni permanenti offerta moneta esempio

 clicca per ingrandire

Nel breve periodo:

  • Il livello iniziale dei prezzi in USA è P’USA
  • Un aumento dell’offerta di moneta da M’USAa M’’ USA, per cui anche l’offerta reale di moneta aumenta da [M’USA / P’ USA] a [M’’USA / P’ USA], con conseguente variazione a ribasso del tasso di rendimento USD
  • Le aspettative future vengono influenzate da subito, con un’aspettativa del tasso di cambio futuro aumentato rispetto all’EUR
  • Aumenta il rendimento atteso (la curva di rendimento atteso viene traslata verso sinistra)
  • Il USD si deprezza nei confronti dell’EUR per cui E’USD/EUR aumenta fino a E’’USD/EUR(Spostamento dal punto 1’ a 2’)
  • Il deprezzamento è maggiore poiché entra in gioco anche l’aspettativa sul tasso di cambio futuro.

Nel lungo periodo:

  • Il livello dei prezzi cresce annullando la variazione di offerta reale di moneta

[M’ USA / P’ USA] = [M’’ USA / P’’ USA]

  • Il tasso di interesse di lungo periodo deve tornare al suo livello originario (condizione di parità dei tassi di interesse)
  • Il tasso di cambio porta ad un apprezzamento dell’USD nei confronti dell’EUR,

===>  da E’’ USD/EUR a E’’’ USD/EUR  (spostamento dal punto 2 al punto 4)

 

___

Lorenzo Zardi

Nota: immagini e grafici soggetti a copyright. La copia è consentita ma con riferimento all’autore 

Chi sono
Lorenzo Zardi

Sono laureato in Economia e Finanza, ho maturato interesse per il trading speculativo e per l'analisi tecnica applicata agli strumenti finanziari negli ultimi anni in cui mi sono affiancato a traders professionisti, operatori in strumenti mobiliari e professori universitari. Continuo gli studi universitari nel corso di laurea specialistica in Finanza, Intermediari, Mercati. Ho intrapreso altresì una formazione in un private office di consulenza finanziaria collaborando con professionisti di alto livello nel settore della consulenza e della promozione finanziaria, dell'analisi di mercato macroeconomica, monetaria, tecnico-grafica.